Guerra Ucraina, diretta. Vinnytsia, 20 morti: tra loro tre bimbi. Russia fallisce la riconquista dell'Isola dei Serpenti.

La guerra entra nel 141esimo giorno

Vinnytsia, 20 morti: tra loro tre bimbi. Russia fallisce la riconquista dell'Isola dei Serpenti

La guerra entra nel 141esimo giorno. Le forze russe hanno continuato a colpire con l'aria e l'artiglieria intorno a Siversk e a ovest della città di Donetsk. Attaccate anche le linee ferroviarie ucraine sull'asse orientale. Gli assalti di terra a nord della città di Kharkiv non hanno avuto successo. Gli ucraini, invece, hanno continuato a colpire i depositi di munizioni. 

Ucraina, Lavrov: Russia pronta a colloqui per esportazioni grano

Guerra, le ultime notizie di oggi 14 luglio

Ore 14.25 - Il 20 e il 21 luglio si terrà un nuovo round di negoziati sull'esportazione del grano dell'Ucraina a cui parteciperanno delegazioni militari di Kiev e Mosca, con la mediazione della Turchia e dell'Onu, ha reso noto alla Tass citando «una fonte ad Ankara». Le parti al momento stanno lavorando ai dettagli di un documento per l'istituzione di un centro di coordinamento, in cui lavoreranno militari e rappresentanti delle dogane delle parti, a Istanbul sotto l'egida dell'Onu. Il centro effettuerà anche un controllo congiunto degli ingressi e delle uscite dai porti, oltre che garantirà la sicurezza dei cargo con a bordo derrate alimentari. «Il documento dovrebbe contenere quattro clausole. Le parti lavorano ai dettagli sulla supervisione del trasporto del grano e degli alimenti in particolare», ha spiegato la fonte.

Ore 13.29 - Il numero delle vittime dell'attacco missilistico russo sulla città ucraina Vinnytsia è salito a 20, e tra loro ci sono tre bambini. Lo ha affermato il vice capo dell'ufficio del presidente ucraino, Kyrylo Tymoshenko, citato dall'agenzia di stampa Ukrinform. «Attualmente, si sa che 20 persone sono state uccise da un attacco missilistico contro la città, inclusi tre bambini. Novanta persone hanno chiesto aiuto ai medici», ha aggiunto il funzionario. Tymoshenko ha chiarito che i russi hanno colpito il centro di Vinnytsia con i missili da crociera Kalibr lanciati da un sottomarino schierato nel Mar Nero.

Ore 10.30La Cina ritiene che la proposta Usa di fissare un tetto ai prezzi del petrolio russo «sia una questione sia molto complicata». Lo ha detto la portavoce del ministero del Commercio Shu Jueting, sul piano avanzato il 5 luglio dal segretario al Tesoro americano Janer Yellen nella videochiamata avuta con il vicepremier Liu He. Nel briefing settimanale, Shu ha notato che «gli alti prezzi internazionali del petrolio sono diventati uno dei principali fattori che guidano l'inflazione globale e la comunità internazionale ha prestato molta attenzione a questo». La soluzione è far calare la tensione e favorire i colloqui Russia-Ucraina.

Ore 08.35 - Missili sono stati lanciati questa mattina dall'esercito russo sulla zona industriale di Kramatorsk , in Ucraina orientale. Lo riporta Unian. «Una mattinata allarmante. Missili colpiscono la zona industriale di Kramatorsk. Manca l'elettricità in alcune parti della città. Il pericolo non è passato, restate al riparo», ha scritto il sindaco Oleksandr Honcharenko sui social

Ore 08.30 - Le forze russe non hanno ottenuto «avanzamenti territoriali significativi» nelle ultime 72 ore nel Donbass, secondo il rapporto dell'intelligence del Ministero della Difesa britannico. Nella regione orientale dlel' Ucraina l'esercito della Federazione continua a condurre attacchi di artiglieria su un ampio fronte seguiti, in alcune aree, da attacchi di prova di piccole unità militari. Tuttavia, non hanno ottenuto progressi territoriali significativi nelle ultime 72 ore e rischiano di perdere lo slancio accumulato dopo la cattura di Lysychansk. I veicoli obsoleti, le armi e le tattiche dell'era sovietica utilizzate dalle forze russe non si prestano a riguadagnare o aumentare rapidamente lo slancio a meno che non vengano utilizzate in massa schiacciante, cosa che la Russia non è attualmente in grado di sopportare. Secondo l'intelligence britannica, «nonostante i colloqui di ieri tra le delegazioni di Ucraina, Russia, Turchia e le Nazioni Unite sulle esportazioni di grano e i recenti scambi di prigionieri negoziati con successo, le prospettive di colloqui più ampi per porre fine al conflitto rimangono basse»

Ore 7.53Nuovo tentativo dell'esercito russo nella notte di attaccare la strategica isola dei Serpenti nel Mar Nero, ma le bombe sono cadute in mare. Lo riferisce un aggiornamento del comando operativo Sud dell'Ucraina, citato dal Guardian. Il consigliere presidenziale ucraino Anton Herashchenko, ha aggiunto : «Un paio di caccia Su-27 hanno cercato di bombardare Snake Island, le bombe sono cadute in mare, vicino all'isola».

Ore 7.20Potenti esplosioni dalle cinque di questa mattina nella città dellì'Ucraina meridionale Mykolaiv, per tutta la notte è suonato l'allarme aereo, riferiscono i media del Paese. Il sindaco Oleksandr Senkevich ha scritto un messaggio sui social: «A Mykolaiv ci sono potenti esplosioni. Continua l'allerta aerea. Chiedo a tutti di rimanere nei rifugi e di non postare foto e video dai luoghi in cui si trovano».

Ore 7.15Le truppe russe e quelle separatiste dell'autoproclamata Repubblica popolare di Lugansk (Lpr) affermano di essere entrate nella città di Siversk, nell'oblast sudorientale ucraino di Donetsk. Lo riporta l'agenzia russa Tass. «La città è sotto il nostro controllo operativo e sono in corso operazioni di rastrellamento: Siversk sarà presto completamente liberata dalle truppe ucraine», dichiara una fonte delle truppe della Lpr. Ieri l'intelligence britannica aveva affermato che «la Russia probabilmente riuscirà a conquistare diverse piccole città del Donbass nel corso della settimana, tra cui Siversk e Dolyna».

Ore 7.00 - Il primo ministro della Repubblica Ceca, Petr Fiala, ha affermato che l'Unione Europea non includerà il gas russo nel suo settimo round di sanzioni contro Mosca per la guerra in Ucraina. Lo riporta il Kyiv Independent, citando media internazionali. Secondo il premier ceco, l'Ue non ridurrà ulteriormente le importazioni di gas dalla Russia poiché troppi stati membri non potrebbero adeguarsi abbastanza rapidamente a un nuovo taglio. La Commissione europea dovrebbe essere pronta a presentare il settimo pacchetto di sanzioni contro Mosca nei prossimi giorni, ha aggiunto Fiala.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Luglio 2022, 14:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA