Ragazzina accoltellata di notte al parco: un dogsitter la trova per caso 5 ore dopo

La polizia ha arrestato l'unico sospettato, un 17enne che conosce la vittima

Ragazzina accoltellata di notte al parco: un dogsitter la trova per caso 5 ore dopo

Salvata per caso, grazie all'intervento di un passante che stava portando a spasso il cane e ha chiamato i soccorsi. Una ragazza adolescente è stata pugnalata più volte e lasciata a morire in un parco per tutta la notte. Un dog sitter l'ha vista a terra intorno alle 7 del mattino seguente, salvandole di fatto la vita. Le sue condizioni restano stabili ma non è ancora fuori pericolo. Arrestato l'unico sospettato, un ragazzo di 17 anni, accusato di aggressione intenzionale che ha causato gravi lesioni.

Adolescente muore durante le riprese di un video per TikTok: uccisa a colpi di pistola, accusate di omicidio due coetanee

Il caso

L'aggressione è avvenuta intorno alle 2 del mattino a Benhall, nella regione del Suffolk, a nord-est di Londra. La ragazza è stata pugnalata più volte alla schiena. La polizia ha posto un cordone su tutta la zona per isolarla e sta effettuando delle ricerche che sperano possano essere utili alle indagini. «La vittima e il sospettato si conoscono e in questo momento la polizia tratta il caso come un incidente isolato, senza quindi una minaccia più ampia per il pubblico», ha fatto sapere la polizia. 

Gli agenti hanno chiesto aiuto a chiunque pensa di avere informazioni utili alla risoluzione del caso. Benhall è un paese tranquillo, dove si conduce una vita tranquilla. A volte anche troppo, quasi noiosa. Il caso ha sconvolto la comunità e spaventato i cittadini, che sperano di avere risposte al più presto. L'area frequentata dai dog sitter comprende un'area giochi e il faro celebrativo del villaggio. «Il nostro cuore è rivolto a questa povera ragazza. Molte persone qui intorno la conoscono. È semplicemente terribile pensare che sia rimasta ferita per così tante ore», ha detto uno dei cittadini. 


Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Ottobre 2022, 22:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA