R. Kelly, il rapper accusato di abusi sui minori si consegna alla polizia

Il rapper R. Kelly, accusato di molestie sessuali nei confronti di minorenni, si è consegnato alla polizia di Chicago ed è stato arrestato dopo che era stato incriminato con dieci capi d'accusa per abusi.

LEGGI ANCHE Padre orco incatena e violenta le figlie gemelle per 10 anni: una resta incinta due volte



I suoi legali hanno ribadito come il loro assistito, nonostante si sia costituito, sia innocente, accusando le quattro donne che lo accusano di mentire. Nelle prossime ore è prevista l'udienza in cui potrebbe essere fissata la cauzione per tornare in libertà in attesa del processo, il cui inizio è previsto per l'8 marzo, festa delle donne. Il rapper rischia dai tre ai sette anni di reclusione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA