Strage in ospedale, killer uccide sei persone e si spara: «Pensava di essere malato e che non lo avrebbero curato»

Repubblica Ceca, strage in ospedale a Ostrava. Killer uccide sei persone e si spara: «Pensava di essere malato»

Il responsabile della sparatoria nell'ospedale di Ostrava, nella Repubblica ceca, si è ucciso. Lo ha affermato la polizia. L'uomo aveva ucciso sei persone, nella sala di attesa del policlinico universitario di Ostrava, la terza città della Repubblica Ceca.

Aveva 42 anni ed era un operaio Ctirad V., l'uomo che oggi ha compiuto una strage nell'ospedale di Ostrava. Lo ha reso noto il sito della Radio ceca. «Si era messo in testa di essere gravemente malato e che nessuno volesse curarlo», ha detto all'emittente Ales Zygula, responsabile della ditta di costruzione per la quale l'uomo lavorava.

Gli agenti di polizia sono intervenuti sul posto dopo la segnalazione da parte di alcuni residenti che hanno riferito di aver sentito degli spari provenire dalla zona dell'ospedale. Le vittime sono sei, quattro uomini e due donne, tutti paziendi dell'ospedale.

La polizia ceca, che ha dato la caccia al killer, aveva inizialmente diffuso la fotografia di un sospettato poi rivelatasi essere un errore. «Informazione sulla foto: questa persona è un testimone importante ma stiamo cercando un'altra persona. Grazie per la comprensione», hanno poi segnalato le forze dell'ordine. Intanto il presidente della Repubblica Ceca, Milos Zeman, ha espresso «le sue più sentite condoglianze» per le vittime della sparatoria ringraziando per la loro opera quanti sono intervenuti come forze di sicurezza e squadre di emergenza.
 



Il direttore dell'ospedale di Ostrava, Jiří Havrlant, ha dichiarato di aver attivato il piano di emergenza e la struttura rimane chiusa. I dipendenti rimangono nei dipartimenti e non possono lasciare la struttura. 
​Secondo Havrlant, il killer ha sparato a un totale di nove persone, sei sono morte. Gli altri tre sono rimasti feriti, due potrebbero essere fuori pericolo, ma un altro sta subendo una grave operazione.
 
 


Oltre all'unità antiterroristica, anche il presidente Milos Zeman e il ministro degli interni stanno raggiungendo Ostrava.
 
Martedì 10 Dicembre 2019, 09:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA