Matrimonio da sogno con pochissimi soldi. Il segreto? Eliminare molti invitati dalla lista

Matrimonio da sogno con pochissimi soldi. Il segreto? Eliminare molti invitati dalla lista

Come risparmiare  21.000 sterline sul matrimonio? Lo svela Ashley Waugh, 25 anni, una novella sposa inglese che, da poco, è convolata a nozze con Luke in un castello da sogno. Entrambi hanno rivelato come sono riusciti a far scendere il prezzo del loro matrimonio da 30.000 a 9.000 sterline.

 

Leggi anche - Rapita dal padre a cinque anni, madre e figlia si ritrovano dopo 14 anni grazie a un messaggio su Facebook

 

«Inizialmente - si legge nelle dichiarazioni di Ashley sul The Sun -, volevamo sposarci un sabato in piena estate con 140 ospiti, e questo ci sarebbe costato circa £ 10.000 solo per la sede, con un totale di £ 30.000. Così abbiamo prenotato una data infrasettimanale, che ci ha fatto risparmiare immediatamente un sacco di soldi: una data di febbraio che era fuori stagione e quindi più economica».

 

Cifra speciale per un giorno unico, 9.000 sterline: il padre di Ashley ha pagato il locale e la neo coppia ha pagato soltanto 4.000 sterline.

 

La sposa ha anche raccontato il modo in cui ha ridotto i costi: «Siamo stati anche molto "severi" con la lista degli ospiti, che ha sconvolto molte persone». E ha aggiunto: «La maggior parte delle persone è stata davvero gentile, altre no, ma in questo modo impari chi sono i tuoi veri amici quando pianifichi un matrimonio!». 

 

Ashley ha spiegato che il marito Luke «ha scelto di non invitare i lontani cugini e nipoti in modo che potessimo avere una giornata intima con i nostri cari. La nostra lista di ospiti originale era di 140 persone e l'abbiamo cambiata in 64 ospiti giornalieri e 15 serali, quindi eliminando 60 persone».

 

Gli sposi hanno anche fatto tutto l'arredamento della sala da soli, chiedendo l'aiuto dei parenti più stretti. «Abbiamo comprato un centrotavola da Home Bargains, fusciacche e fodere per sedie da Wish e bomboniere da B&M, ma sembrava che tutto fosse super professionale. Inoltre, non avevamo un DJ, ma solo una playlist che abbiamo creato insieme e controllata dai nostri telefoni».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Settembre 2021, 23:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA