I ladri strappano la figlia dalle sue braccia e la gettano in piscina, bimba di 9 mesi annega davanti alla madre

I ladri strappano la figlia dalle sue braccia e la gettano in piscina, bimba di 9 mesi annega davanti alla madre

I ladri la strappano dalle braccia della mamma e la gettano in piscina facendola affogare. La piccola Maria, di appena 9 mesi, è morta così davanti agli occhi della madre Angelica Murillo che le stava facendo il bagno nella piscina gonfiabile quando nella loro casa di San Pedro de Suma, nella provincia di Manabi, in Ecuador, hanno fatto irruzione i ladri. 

 

Leggi anche > Modella sfigurata dal morso di un pitbull: «Un intervento da 350mila euro per riavere la mia faccia»

 

Due uomini in moto si sono presentati a casa sua spacciandosi per un servizio di vaccinazione di animali domestici, ma non possedendone la donna si è subito insospettita. A quel punto però i malviventi hanno fatto irruzione con la forza in casa, hanno strappato la bimba dalle braccia della mamma e l'hanno gettata in piscina per portare poi dentro la donna e rubare indisturbati all'interno dell'abitazione.

 

La donna, come riporta il Sun, ha dato loro 800 euro, ma non contenti i due hanno continuato a rovistare in casa fino a quando non sono stati disturbati da alcuni movimenti che li hanno messi in fuga. Angelica ha subito chiamato la polizia e ha attirato l'attenzione dei vicini presso i quali si trovava l'altra figlia di 12 anni che rientrando in casa ha fatto la scoperto choc notando che la sorellina era in acqua ormai esanime.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Novembre 2021, 14:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA