Francia, rivolta contro il Green pass obbligatorio: 114mila in piazza

Video

 Quasi 114 mila persone sono scese in strada sabato in Francia per protestare contro le nuove misure sanitarie annunciate nei giorni scorsi dal presidente Emmanuel Macron tra cui il green pass obbligatorio per accedere a una serie di luoghi e servizi. Lo ha riferito il ministero dell'Interno francese, indicando di aver identificato 136 manifestazioni che hanno mobilitato quasi 96.000 persone in tutto il Paese. A Parigi, quasi 18.000 persone hanno manifestato.

 

Tokyo2020, due atleti positivi al Covid nel villaggio olimpico: «Entrambi dello stesso paese»

 

«Tra le cose che infastidiscono di più nelle misure annunciate da Macron è quel voler rendere obbligatorio i vaccini senza renderli obbligatori, a parte chiaramente per il personale sanitario che sarà obbligato a vaccinarsi. Una categoria che è già allo stremo delle forze dopo mesi e mesi di lavoro estenuante e che deve far fronte a condizioni di lavoro difficile mentre negli ultimi anni sono stati tagliati dai governi oltre 70 mila posti letto negli ospedali», spiega all’Adnkronos Maxime Nicolle, uno dei volti storici del movimento dei Gilet Gialli che è stato lanciato in Francia nel novembre del 2018. «Il personale sanitario – sostiene – è molto arrabbiato e sono in tanti ad essere pronti a dare le dimissioni. Si sono mobilitati in tanti. Sono stanchi, in tanti sono prossimi al burnout».

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Luglio 2021, 14:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA