Covid, madre e figlia 19enne muoiono a tre ore di distanza: «Giorni di m...a, come si può consolare le famiglie?»
di Enrico Chillè

Covid, madre e figlia 19enne muoiono a tre ore di distanza: «Giorni di m...a, come si può consolare le famiglie?»

Un vero e proprio dramma per un uomo di 55 anni, che nello stesso giorno ha perso la moglie e la figlia 19enne, entrambe decedute per Covid a distanza di neanche tre ore l'una dall'altra. Una storia tragica, quella rivelata da un medico di pronto soccorso di Elche (Alicante), in Spagna.

 

Leggi anche > Coronavirus, record di morti in Gran Bretagna: 1610 in 24 ore

 

Il dottor Julio Armas Castro, che lavora nell'ospedale Vinalopò, ha rivelato su Twitter una delle storie più drammatiche avvenute nel reparto Covid sin dall'inizio della pandemia. «Non ci sono parole per consolare un uomo che nello stesso giorno, a solo tre ore di distanza, vede morire la moglie e la figlia. Quando mi hanno chiamato perché l'uomo aveva bisogno di un documento per l'assicurazione e ci disse ciò che era appena accaduto, la nostra anima è crollata a terra. Le sue lacrime cadevano come fossero pietre» - racconta il medico - «Nemmeno noi, che affrontiamo la morte tutti i giorni, sapevamo come consolarlo. Siamo tutti distrutti, è così che passano questi giorni di m...a che ci tocca vivere».

 

 

 

 

La tragica storia è raccontata anche da 20minutos.es. Il dottor Armas Castro ha poi parlato della situazione nell'ospedale in cui lavora. «È molto peggio che a marzo. La velocità di contagio è maggiore, ci sono intere famiglie contagiate e ogni volta arrivano più pazienti giovani con le polmoniti bilaterali» - spiega il medico - «Possiamo raddoppiare i posti letto, i reparti e i respiratori, ma non si possono moltiplicare medici e infermieri come fosse la moltiplicazione dei pani e dei pesci. Oggi paghiamo tutti anni e anni di tagli e indifferenza da parte della politica». Una situazione, quella spagnola, assolutamente analoga a quanto avvenuto in Italia.


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Gennaio 2021, 20:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA