Coronavirus, il Regno Unito choc: «Auto-quarantena» per chi arriva dall'Italia del Nord

«Auto-isolamento» per 14 giorni a scopo precauzionale per tutti coloro che arrivano dal Nord Italia e presentino sintomi «anche leggeri» d'un potenziale contagio da coronavirus. È la misura imposta da oggi dal Regno Unito per coloro che arrivano dalle regioni a rischio del Nord Italia (a nord di Pisa, Firenze e Rimini): una quarantena obbligata anche senza sintomi di sorta, per lo stesso periodo di tempo, per tutti coloro che arrivino dai paesi della Lombardia e del Veneto isolati su decisione del governo italiano.

Leggi anche > Coronavirus, 283 contagiati in Italia: dal Ministero in arrivo nuova ordinanza

Lo si legge nelle indicazioni aggiornate dei suggerimenti del Foreign Office. Il primo consiglio che viene dato a chi rientra dalle aree in cui è in atto l’emergenza, scrive il sito LondraItalia.com, è di chiamare il 111, il numero dell’NHS, e di restare in casa evitando contatti con altre persone. Secondo quanto ha annunciato il ministro della sanità, Matt Hancock, la richiesta vale per tutti coloro che sono stati a nord della città di Pisa che presentano sintomi influenzali. Per coloro che sono stati nelle città chiuse per l'emergenza coronavirus, la richiesta vale anche in assenza di sintomi. 

Anche il Consolato italiano della capitale britannica ha emanato una nota ufficiale:
«Per chi proviene da uno dei 10 Comuni lombardi (Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano) e dal Comune veneto di Vo’ Euganeo, messi in quarantena per Decreto dal Consiglio dei Ministri del 23 febbraio scorso, le Autorità britanniche prescrivono di contattare il servizio sanitario nazionale al numero 111 e procedere con autoisolamento anche in assenza di sintomi».

 
Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Febbraio 2020, 18:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA