Bimba di un anno muore d'infarto in casa, sotto accusa due persone: «Era vittima di violenze»

Secondo una ricostruzione la bimba sarebbe stata maltrattata, poi lasciata in stato di abbandono. Gli abusi subiti potrebbero averle causato un arresto cardiaco che si è rivelato poi essere fatale.

Bimba di un anno muore d'infarto in casa, sotto accusa due persone: «Era vittima di violenze»

Due persone sono state accusate di omicidio colposo dopo che una bambina di un anno è morta d'infarto. La piccola Elaina Rose Aziz è morta dopo un incidente in casa a Nuneaton, nel Warwickshire, nel 2020, ma oggi per le persone che erano responsabili della sua tutela sono arrivate le accuse.

Leggi anche > Donna incinta accoltella il fidanzato dopo il babyshower: «Hanno discusso su chi dovesse utilizzare il microonde»

Leggi anche > Uccisa nel parcheggio dal collega: «Non voleva uscire con me»

La ricostruzione

La piccola sarebbe stata trovata in gravi condizioni dalle persone che si sarebbero dovute prendere cura di lei. Una volta in ospedale i medici hanno parlato di arresto cardiaco, ma indagando sul caso hanno capito che probabilmente era stato scatenato dalle violenze che la bimba era stata costretta a subire. Secondo una ricostruzione la bimba sarebbe stata maltrattata, poi lasciata in stato di abbandono. Gli abusi subiti potrebbero averle causato un arresto cardiaco che si è rivelato poi essere fatale.

Una donna di 27 anni e un uomo di 37 sono ora finiti in manette con l'accusa di molestie e negligenza. I due sono accusati non solo di aver causato il malessere alla bambina, ma anche di averne ignorato i sintomi lasciando quindi che la bimba si aggravasse e morisse. La famiglia, che ricorda la piccola Elaina come una bambina vivace e solare, è sconvolta per l'accaduto e chiede che venga fatta chiarezza sulla sua morte, ma soprattutto giustizia. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 4 Novembre 2022, 13:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA