Auschwitz, ira del museo contro i visitatori: «Basta foto irrispettose sui binari»

Auschwitz, ira del museo contro i visitatori: «Basta foto irrispettose sui binari»

«Basta foto sui binari, abbiate rispetto delle vittime che qui sono state imprigionate e torturate». Il museo del campo di sterminio nazista di Auschwitz, con un post pubblicato sugli account social ufficiali, tuona contro l'ultima moda di alcuni visitatori, che percorrono i binari mantenendosi in equilibrio e facendosi immortalare per alcune foto-ricordo.

Sbranato a morte dal suo stesso cane, l'amico più fedele: trovato dalla moglie in una pozza di sangue​



«Quando venite ad Auschwitz, ricordate che siete nel luogo in cui oltre un milione di persone sono state uccise» - si legge nel post pubblicato su Twitter dal museo, raggiunto ogni anno da due milioni di visitatori - «Rispettate la loro memoria. Ci sono posti migliori in cui imparare a camminare in equilibrio rispetto al posto che simboleggia la deportazione verso la morte di centinaia di migliaia di innocenti».
 
 


Una goliardia assolutamente priva di rispetto, quella dei visitatori di Auschwitz, in gran parte giovani e giovanissimi. Il museo, pur condannando l'episodio, assicura comunque che non vige alcun divieto di scattare foto: «Quei binari hanno una valenza storica, non è vietato fotografarli. Farsi immortalare mentre si fa gli equilibristi, però, è inaccettabile: chiediamo solo ai nostri visitatori di comportarsi in maniera rispettosa».
Ultimo aggiornamento: 22:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA