Ilva e Alitalia: errori su errori. Taranto e Roma a rischio regressione
di Alberto Mattiacci

Ilva e Alitalia: errori su errori. Taranto e Roma a rischio regressione

Alitalia e Ilva: due nomi che, oggi, significano soprattutto crisi d'impresa. Migliaia di persone che temono per il posto di lavoro. Due città, Roma e Taranto, a rischio di ulteriore regressione.
Ma perché un'azienda va in crisi?
Le cause possibili sono sostanzialmente sei: incapacità di controllare i costi (produttivi, commerciali, amministrativi); di prodotti superati; errate scelte di marketing (innovazione, marche, distribuzione, ecc...); concorrenti più efficienti e innovativi; cambiamenti imposti dalle leggi; errori nella gestione finanziaria e fiscale.
Gli esempi di crisi mortali sono molti. Fila e Diadora erano leader mondiali e furono spiazzati (e spazzati) da Nike; la Pan American fu costretta dalle leggi Antitrust USA a diversificare e ne fu schiacciata; in tempi più recenti, leader come Kodak e Nokia sono stati travolti dal cambiamento della tecnologia.
Le molte cause possibili di crisi hanno in comune due fatti:
1) la presenza di uno (o più) errori di gestione
2) il loro ripetersi nel tempo.
Alitalia e Ilva, oggi, pagano esattamente questo. Speriamo abbiano miglior sorte degli esempi citati.
Mercoledì 11 Dicembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA