​Covid, l'isolamento passa da 7 a 5 giorni: la circolare del Ministero con le nuove regole

Covid, l'isolamento passa da 7 a 5 giorni: la circolare del Ministero con le nuove regole

Ora è ufficiale, la quarantena da Covid non durerà più una settimana ma cinque giorni, a patto che il paziente abbia un tampone negativo e che risulti asintomatico da almeno due giorni. Lo stabilisce la circolare del ministero della Salute in relazione alla modalità di gestione dei casi e dei contatti stretti di Covid. La decisione era già ampiamente stata anticipata dagli organi di stampa nei giorni scorsi e confermata ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza.

Per i casi che sono sempre stati asintomatici oppure sono stati dapprima sintomatici ma risultano asintomatici da almeno 2 giorni, l'isolamento potrà terminare dopo 5, anzichè gli attuali 7, purché venga effettuato un test, antigenico o molecolare, che risulti negativo, al termine del periodo d'isolamento. In caso di positività persistente «si potrà interrompere l'isolamento al termine del 14esimo giorno dal primo tampone positivo (e non più 21), a prescindere dall'effettuazione del test».

Il ministero - sempre secondo la circolare - valutata la diffusione a livello globale della nuova variante omicron B.1.1.529 e considerata l'attuale evoluzione del quadro clinico del Covid ha aggiornato le indicazioni sulla gestione dei casi e sulle modalità di isolamento. «Per i contatti stretti di caso di infezione da SARS-CoV-2 sono tuttora vigenti le indicazioni contenute nella Circolare del 30 marzo scorso». La circolare, firmata dal direttore alla prevenzione del Ministero della Salute Gianni Rezza, è stata emanata «in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza - si legge nella circolare - e del parere emesso dal Consiglio Superiore di Sanità il 24 agosto scorso». 

LA CIRCOLARE DEL MINISTERO


Ultimo aggiornamento: Sabato 10 Settembre 2022, 14:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA