Dieta, non tutti i formati di pasta sono uguali: ecco quello più indicato per la linea

Se volete inserire la pasta nel vostro regime alimentare sappiate che non tutte sono uguali. Non è solo la composizione della pasta a fare la differenza, ma anche la sua forma come spiega la biologa nutrizionista Annalisa Gemelli. Gli spaghetti hanno ad esempio un basso indice glicemico rispetto alla pasta corta. "Gli spaghetti ad esempio - spiega la Gemelli - hanno un indice glicemico più basso di lasagne, ravioli o pasta corta, in quanto il processo di pastificazione che prevede l’estrusione della pasta determina la formazione di una pellicola protettiva, che contribuisce a rallentare la gelatinizzazione degli amidi durante la cottura e quindi la loro digestione".

Crediti foto@Kikapress, @Shutterstock
Leggi anche:>> OCCHIO AL RISO BIANCO, SEMBRA DIETETICO MA NON LO è: ECCO PERCHÈ MEGLIO NON MANGIARLO
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29 Luglio 2020, 14:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA