Verso la Generazione Oceano: il 22 ottobre al teatro No’hma di Milano, in diretta streaming

Verso la Generazione Oceano: il 22 ottobre al teatro No’hma di Milano, in diretta streaming

Nutrimento, ossigeno, energia, lavoro,salute:tutto ciò che ci permette di vivere è legato all’oceano. E’ il polmone blu del nostro Pianeta. Non importa quanto lontano ci troviamo dal mare, ogni 10 respiri che facciamo, almeno 7 li dobbiamo all’oceano. Genera tra il 50 e l’80% dell’ossigeno che respiriamo e assorbe un terzo dell’anidride carbonica (CO₂), emessa nell’atmosfera.

Ospita l’habitat più vasto del pianeta, eppure abbiamo mappe più dettagliate di Marte e della Luna che dei nostri fondali marini, di cui è stato esplorato ad oggi solo circa il 5%. Per promuovere una maggiore conoscenza, tutela e uso sostenibile dell’oceano e delle sue risorse, le Nazioni Unite hanno deciso di dedicare il Decennio 2021-2030 alle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile: l’obbiettivo è anche quello di creare insieme l’oceano di cui abbiamo bisogno, per il futuro che vogliamo. “Verso la Generazione Oceano” è il primo evento italiano organizzato dalla Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO (IOC-UNESCO), in collaborazione con vari partner per creare un movimento che dia voce all’importanza di avere un oceano resiliente, un oceano produttivo e un oceano sano. Cambiamenti climatici, sicurezza alimentare e salute umana. Sono i tre temiscelti per questo primo evento italiano che sisvolgerà il 22 ottobre presso il teatro No’hma di Milano e in diretta streaming sulle pagine social del Decennio del Mare, di Worldrise e su Unesco Office in Venice. Dalle ore 9:00 alle ore 13:00 si potrà assistere a diversi approfondimenti a cura di ricercatori, professionisti, imprenditori sostenibili, ma anche chef, musicisti, giornalisti ed esperti provenienti dai vari settori della società. Per accedere all’evento è necessario registrarsi sul sito del Decennio del Mare.


Il momento di agire è ora e dobbiamo farlo insieme: è questo il messaggio dell’evento “Verso la Generazione Oceano”, iniziativa dedicata al ruolo dell’oceano per garantire la salute del pianeta e all’annuncio di una nuova era rappresentata dalla “Generazione Oceano” iniziativa dedicata al ruolo della ricerca scientifica marina come strumento essenziale per garantire la salute del pianeta e all’annuncio di una nuova era rappresentata dalla “Generazione Oceano” che si impegnerà a diffondere una maggiore coscienza dell’importanza dell’oceano e a farsi da promotrice di soluzione innovative alle sfide che ci troveremo ad affrontare nei prossimi anni. A conclusione della mattinata si terrà, infatti, la premiazione di Oceanthon, l’hackathon digitale rivolto a studenti, ricercatori, sviluppatori, esperti di comunicazione, economia, marketing, design che avranno voluto mettersi alla prova con la progettazione di idee innovative per la tutela dell’oceano.

Le iscrizioni per potersi candidare alla partecipazione dell’Oceanthon sono ancora aperte fino al 26 settembre tramite il form consultabile su www.decenniodelmare.it/oceanthon. ll premio dell’Oceanthon sarà consegnato da Davide Villa, CMO di E.ON Italia che premierà il progetto vincitore e seguirà la squadra vincente nella realizzazione dell’idea fino alla sua immissione sul mercato. Tra i principali operatori energetici, E.ON è fortemente impegnata nella transizione energetica e nella creazione di un futuro migliore, che passa dalla consapevolezza della connessione tra l’oceano e la salute umana e dal promuovere un cambiamento nei comportamenti. Comitato organizzatore. L’evento è coordinato da Francesca Santoro, funzionaria UNESCO, esperta di Ocean Literacy, con la collaborazione di Mariasole Bianco, biologa marina e presidente di Worldrise onlus, e il contributo della giornalista green Diana de Marsanich, ideatrice de Il Manifesto della Generazione Blu insieme a Chiara Bidoli, direttore di Style piccoli, Anne de Carbuccia, artista ambientalista e filmaker, Daniele Moretti, caporedattore di Sky Tg24, Alessio Baghin, esperto di salute, e Livia Pomodoro, che ospiterà l’evento del 22 ottobre presso il suo teatro No’hma.

Tra i partner dell’evento, AXA Italia, da sempre in prima linea nella protezione dell’ambiente e nella promozione di un sistema economico più sostenibile, ha voluto coinvolgere tutti i dipendenti in una settimana (25 settembre-2 ottobre) di volontariato e di eventi formativi per sostenere il lancio del Decennio del Mare in azienda e nelle scuole; Qwarzo, tecnologia altamente efficiente per la realizzazione di prodotti home compost e 100% riciclabili con l’obiettivo di immettere sul mercato carta qwarata in sostituzione della plastica nel packaging nel breve termine; DoDo di Pomellato, iconico brand di charms e gioielli nato con la premessa della conservazione e dell’ambientalismo nel suo Dna, sostenitore del progetto Tēnaka per la difesa e il ripristino delle barriere coralline. Con Il Patrocinio di Comune di Milano, Consiglio della Regione Lombardia, Parlamento Europeo, Assosef, Commissione Oceanografica Italiana, Fondazione Cariplo. In collaborazione con Commissione Europea e Fondazione AEM. Per ulteriori informazioni sul Decennio del mare e sull’evento, visitare il sito ufficiale www.decenniodelmare.it


Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre 2020, 15:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA