È nato il rito del monopattino
di Maddalena Messeri

È nato il rito del monopattino

Le cose che abbiamo in comune sono 4850 cantava Daniele Silvestri negli anni '90, ma nel 2020 ad unire le persone basta un monopattino. Sì perché dopo l'arrivo di flotte di monopattini elettrici a noleggio nelle grandi città, c'è stato un boom di vendite dei mezzi elettrici a due ruote, complice anche il bonus del ministero dell'Ambiente (che prevede il rimborso del 60% della spesa effettuata). Finito il timore iniziale, ora tutti sfrecciano in monopattino e c'è chi ne ha fatto un vero e proprio stile di vita: la sera, invece che andare a bere un gin tonic in piazza, ci sono dei gruppi che si danno appuntamento per fare dei tour notturni della città. Uno dei più attivi su Facebook si chiama Muoviti Elettrico: si inforca il proprio bolide, viene condiviso l'itinerario e via con la gita, tutti insieme. Addirittura sono nate pagine come Club Italiano del Monopattino Elettrico, si organizzano raduni e a Milano sono stati dati in dotazione ai vigili, i ghisa. Sto al passo coi tempi, morirò in monopattino scrive nell'ultima vignetta Altan: giammai! Ottimo lo sdoganamento di questi mezzi non inquinanti ma facciamo attenzione, non è un gioco...
riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Lunedì 6 Luglio 2020, 07:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA