Fortnite, allerta pedofilia per il videogame: 12enne adescato mentre giocava online

Fortnite, allerta pedofilia per il videogame: 12enne adescato mentre giocava online

Fortnite è senza dubbio il videogame online, in tempo reale, più popolare del momento: milioni di giocatori, di tutte le età e in tutto il mondo, si stanno appassionando a questa battaglia per la sopravvivenza. Non sono poche le problematiche emerse con la crescente fama ottenuta da Fortnite, come ad esempio la violenza e alcuni problemi di sicurezza degli account, ma ce n'è uno ben più grave: il rischio, per i giocatori più giovani, di essere circuiti da pedofili.

Pornhub, tutti pazzi per Fortnite: "Boom di ricerche nell'ultima settimana"​



A parlarne è il Telegraph, che riporta anche la denuncia della mamma di un dodicenne che era stato adescato da un pedofilo proprio mentre giocava a Fortnite, un videogame così popolare da aver conquistato anche vip di fama mondiale, come il rapper Drake. Non si tratterebbe di un caso isolato, e ad aumentare la preoccupazione dei genitori di tutto il mondo c'è anche un altro fattore: le chat, audio e anche video, tra i vari giocatori sono una funzione che non può essere in alcun modo disattivata né tracciata.

Questo caso segue quasi immediatamente un altro problema, quello della facile penetrabilità degli account da parte di hacker che, entrandone in possesso, effettuano all'insaputa dei legittimi proprietari acquisti in-app decisamente ingenti.
Ultimo aggiornamento: Domenica 8 Aprile 2018, 18:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA