Apple contro gli screenshot illegali: «Fuori da App Store chi non si adegua»

Apple contro gli screenshot illegali: «Fuori da App Store chi non si adegua»

Il caso è esploso negli ultimi giorni: diverse app realizzano screenshot illegali, senza il consenso dell'utente, proprio mentre questi ultimi, assolutamente ignari, le utilizzano. Anche per questo, Apple non ha tardato a reagire, ponendo un duro ultimatum alle app incriminate.

Corona, foto con due pistole: «Giustizia, ma non quella che il governo prova a far passare»​



I primi a svelare il caso sono stati i redattori di The App Analyst: diverse app, alcune delle quali molto utilizzate (nella lista compaiono Air Canada, Abercrombie & Fitch, Hollister, Air Canada, Singapore Airlines, Expedia e Hotels.com), utilizzano la tecnologia Glassbox, che consente di realizzare una serie di screenshot per 'tracciare' l'utilizzo da parte dell'utente.

La notizia ha fatto infuriare Apple, che ha visto nella condotta da parte di alcune app una palese violazione della normativa prevista da App Store. Il colosso di Cupertino, infatti, ha spiegato a TechCrunch: «Se necessario, prenderemo delle misure immediate. Le app dovranno chiedere sempre il consenso dell'utente per poter realizzare screenshot e informarlo sempre, in modo chiaro e visibile, quando raccoglieranno dati sull'utilizzo delle app, sotto ogni forma possibile: chi non si adegua, sarà rimosso subito da App Store».
© RIPRODUZIONE RISERVATA