Formula 1, Gp Toscana: le pagelle. Male Verstappen, vola Albon. Ferrari in leggera ripresa
di Piergiorgio Bruni

Formula 1, Gp Toscana: le pagelle. Male Verstappen, vola Albon. Ferrari in leggera ripresa

ALBON – voto 7.5 Primo podio in carriera. Sicuramente avvantaggiato dai tanti incidenti e dalle ripetute ripartenze, il driver della Red Bull si concede finalmente un pomeriggio valoroso. Che, peraltro, scaccia molte nubi dal suo futuro. FIERO 
 
HAMILTON – voto 7 Sta lì, a un sospiro dal record di successi di Schumacher (91). Gozzoviglia pure in casa Ferrari, con la forza di chi non smette mai di avere fame. Fa quello che vuole, quando vuole. FAMELICO
 
RICCIARDO – voto 6.5 Combatte e sogna. Scalcia e si aggrappa a tutta la sua innegabile classe. Con una macchina più potente e competitiva riuscirebbe a rompere le scatole pure ai marziani in nero che stanno fagocitando questa F1. PREGIATO   
 
STROLL – voto 5.5 Ha potenziale, cattiveria agonistica e i soldi di papà Lawrence. Che non guastano mai. Non sempre, però, si fa trovare pronto quando l’occasione si presenta. E di chance ne ha avute con la sua Racing Point. EVANESCENTE  
 
FERRARI – voto 5 Un leggerissimo miglioramento rispetto alle ultime, disastrose, apparizioni. Ma non ci voleva poi molto. I tifosi avrebbero comunque meritato di festeggiare i 1000 gran premi della Rossa in altro modo. ARROSSITA
 
GASLY – voto 4.5 Male in qualifica, malissimo in gara dove non riesce neppure a fare 10 giri. Finisce in un sandwich di vetture e deve alzare bandiera bianca. La vittoria a Monza, pur bellissima, non gli ha portato fortuna. CONSUMATO    
 
RED BULL – voto 4 La pressione per chi insegue è sempre molto forte e la ricerca del limite prestazionale, a volte, fa perdere affidabilità. La RB16 ha una splendida aerodinamica, ma la power unit a volte fa i capricci. BLACK OUT
Ultimo aggiornamento: Domenica 13 Settembre 2020, 18:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA