Europei di calcio, ottavi di finale. Italia-Austria: le probabili formazioni, c'è Verratti

Europei di calcio, ottavi di finale. Italia-Austria: le probabili formazioni, c'è Verratti

di Piergiorgio Bruni

L’Italia per continuare a stupire, l’Austria per cullare un sogno. La gara di oggi a Wembley (ore 21, diretta Rai 1 e Sky Calcio), la prima a eliminazione diretta dopo la fase a gironi, va oltre ogni pronostico. Gli Azzurri, infatti, pur arrivando a questo ottavo di finale (teoricamente) da favoriti, se la vedranno contro un avversario fisico e piuttosto ostico sotto il profilo caratteriale.
Il cammino degli austriaci è stato decisamente tortuoso: qualificati come secondi nel gruppo C, dietro l’Olanda, la squadra allenata dal tedesco Franco Foda ha dovuto attendere gli ultimi 90 minuti di gioco per essere sicura di un posto nel tabellone a 16. Due vittorie, all’esordio contro la Macedonia del Nord e contro l’Ucraina, quest’ultima per 1-0 con la decisiva rete di Baumgartner, e sconfitta con gli Orange di de Boer.
A dirigere la gara l’inglese Anthony Taylor, i due assistenti saranno Gary Beswick Adam Nunn, mentre il quarto uomo sarà Sandro Schärer.

ULTIMISSIME DELL’ITALIA

«Siamo tranquilli, possiamo contare su giocatori bravi. Chiunque giocherà continuerà a fare quel che ha fatto fino ad oggi». Roberto Mancini ha le idee chiare, nonostante l’ovvia pretattica, non sembrerebbe avere dubbi sulla formazione che scenderà in campo questa sera. Il nostro Commissario Tecnico, infatti, appare orientato a riproporre la formazione tipo vista contro Turchia e Svizzera, chiaramente senza gli infortunati Chiellini e Florenzi, rimpiazzati più che egregiamente dal duo Acerbi-Di Lorenzo. A centrocampo, invece, dovrebbe esserci l’avvicendamento tra Manuel Locatelli, uomo partita con la Svizzera, e Marco Verratti ormai completamente ristabilito. Davanti, infine, confermatissimo il blocco formato da Berardi-Immobile-Insigne.

ULTIMISSIME DELL’AUSTRIA

«Potrebbe sembrare una sfida impossibile per noi, perché gli Azzurri non perdono da una vita, ma prima o poi succederà». Il selezionatore dell’Austria, Franco Foda, tedesco di passaporto ma con origini italiane, sembrerebbe avere le idee molto chiare. Sa che l’occasione è ghiotta e nulla può essere lasciata al caso. La sua squadra non è favorita, però vuol continuare a stupire. E vorrebbe farlo con qualche piccola modifica tattica: il 4-1-4-1. Hinteregger, uscito acciaccato dall’ultima gara a causa di un problema muscolare alla coscia destra, ha recuperato e dovrebbe giocare dall’inizio. Alaba, invece, farà il terzino sinistro e non il centrale di difesa. Il giocatore piazzato tra difesa e centrocampo dovrebbe essere Grillitsch, mentre Sabitzer dovrebbe andare in pressione su Jorginho. In attacco Arnautovic parrebbe un pelino favorito su Kalajdzic.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Spinazzola; Verratti, Jorginho, Barella; Berardi, Immobile, Insigne. A disp.: Sirigu, Meret; Bastoni, Toloi, Emerson Palmieri; Castrovilli, Cristante, Locatelli, Pessina; Bernardeschi, Chiesa, Raspadori, Belotti. All.: Mancini.

AUSTRIA (4-1-4-1): Bachmann; Lainer, Hinteregger, Dragovic, Alaba; Grillitsch; Laimer, Schlager Sabitzer, Baumgartner; Arnautovic. A disp.: A. Schlager, Pervan; Ulmer, Trimmel, Schopf, Schaub, Posch, Onisiwo, Lienhart, Kalajdzic, Ilsanker, Gregoritsch. All. Foda.


Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Giugno 2021, 08:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA