Totti: «Lazio favorita nel derby, ma di solito la favorita perde»

Totti: «Lazio favorita nel derby, ma di solito la favorita perde»

È un Francesco Totti a tutto campo quello ai microfoni di Rai Sport alla vigilia del derby di Roma, il primo da quando l'ex n.10 ha lasciato anche i panni da dirigente del club giallorosso. «La Roma? Non ne devo parlare, devo guardare e basta, guardo, scruto, ascolto e mi fa strano non essere lì - assicura Totti - sicuramente la squadra va rinforzata, Manolas è uno dei centrali più forti d'Europa, adesso con Koulibaly sarà difficile passare lì dietro». Il derby? «Potrei essere presente, questa volta la Lazio è favorita ma di solito la favorita perde sempre». Totti vira sulla lotta scudetto che non vede la Roma tre le tre pretendenti, Juve, Inter e Napoli: «la Juve rimane la squadra da battere anche se questo potrebbe essere un campionato diverso».

Kean e Zaniolo non sono stati chiamati dal ct Mancini in Nazionale dopo i passi falsi comportamentali in Under 21: «prima di tutto viene rispetto per il gruppo poi vengono i giocatori. Perciò siamo dalla sua parte. Zaniolo deve rimanere con i piedi per terra, è un buon giocatore ma deve dimostrare tanto perché non bastano 5-6 partite per essere un top player. Deve fare la differenza e la farà sicuramente». Su Conte all'Inter. «Ô un'arma in più, è uno dei più forti in Europa. Poi Lukaku è fenomenale, fa reparto da solo, devastante». Chiusura sull'addio di De Rossi alla Roma: «non pensavo che De Rossi potesse giocare con un'altra squadra».

Venerdì 30 Agosto 2019, 19:48



© RIPRODUZIONE RISERVATA