Juventus, Capello attacca Ronaldo: «Non dribbla un uomo da tre anni»

Juventus, Capello attacca Ronaldo: «Non dribbla un uomo da tre anni»

Sarri si fa attendere ai microfoni di Sky e Capello ne approfitta per un'altra bordata delle sue. Dopo aver criticato Zaniolo qualche settimana fa, stavolta tocca a un altro big (se non "il" big) del campionato italiano. «Cristiano Ronaldo non driblla un uomo da tre anni». Boom, silenzio in studio. La partita della Juventus è finita da mezz'ora e le immagini raccontano del nervosismo di CR7 al momento della sostituzione durante il match, vinto, contro il Milan.

«Non dribbla un uomo da tre anni, questa è la verità. In area di rigore resta un super-campione. In questo momento non è lui, va recuperato a livello fisico». Don Fabio, indirettamente, premia la scelta di Sarri. Tra colleghi ci si intende, non spesso, ma stavolta è così. Appena l'ex tecnico del Chelsea arriva ai microfoni della tv, Capello gli riconosce "coraggio" per la scelta fatta. D'altronde l'opinionista leader della piattaforma satellitare sembra non gradire i mal di pancia del campione portoghese: «Il suo gesto non è stato bello, non mi è piaciuto. La Juventus sembrava dipendente da lui, invece la grande rosa (come dimostra l'ingresso di Dybala) li fa vincere lo stesso. Sarri ha avuto personalità quando ha deciso di toglierlo, lo ha fatto pensando che tutti i giocatori in rosa possono giocare e fare la differenza. Ronaldo ora non è lui e va recuperato. Soprattutto a livello fisico, il suo punto di forza da sempre sul quale ha lavorato parecchio in carriera. Ma ora, ripeto, non ha la velocità e la dinamicità che ha dimostrato altre volte».

 
Lunedì 11 Novembre 2019, 08:15



© RIPRODUZIONE RISERVATA