Euro 2020, gli azzurri: «Siamo tutti contro il razzismo, anche chi non si inginocchia»

Video

«A nome di tutta la squadra ribadiamo che siamo contro ogni forma di razzismo, ci siamo confrontati e ovviamente vogliamo ribadire questa posizione. Aderire o meno ad una forma di protesta per quanto simbolica non vuol dire ignorare la lotta al razzismo». È quanto ha affermato il responsabile della comunicazione della Nazionale italiana Paolo Corbi dopo che cinque giocatori azzurri (Emerson Palmieri, Andrea Belotti, Rafael Toloi, Matteo Pessina e Federico Bernardeschi) si sono inginocchiati domenica scorsa, prima della gara con il Galles, aderendo al movimento Black Lives Matter contro le discriminazioni razziali. 

 

Italia-Galles, per il Black Lives Matter si inginocchiano in cinque. I gallesi tutti e undici


Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Giugno 2021, 16:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA