Juve, la risposta di Ronaldo: tripletta e Cagliari al tappeto

Juve, la risposta di Ronaldo: tripletta e Cagliari al tappeto

Tripletta di Ronaldo, la Juventus passa a Cagliari e ritrova il sorriso dopo la delusione di Champions: tre a uno il risultato finale alla Sardegna Arena. Al 10', 25' e 32' del primo tempo le reti del portoghese, per il Cagliari ha accorciato le distanze Giovanni Simeone al 16' del secondo tempo. 

La Juventus arrabbiata e il Cagliari in fiducia, era questo il doppio copione che poteva verificarsi in campo al fischio d'inizio di Calvarese. Bianconeri reduci dalla recente eliminazione in Champions e con una nuova coppia di centrali di difesa, con Chiellini e De Ligt fin dal primo minuto, e diversi cambi a centrocampo con l'instancabile Rabiot affiancato da Danilo. Nel Cagliari è stato Giovanni Simeone a trovare spazio nel centro dell'attacco sardo: vinto il ballottaggio con l'ex Alberto Cerri. Dure le critiche per Cristiano Ronaldo durante la settimana, con il portoghese mai protagonista nel ritorno degli ottavi di Champions: prontissima la risposta del fuoriclasse portoghese. La Juventus ha dominato il primo tempo con CR7 capace di segnare una tripletta in trentacinque minuti che ha steso un Cagliari sottotono rispetto alle ultime tre prestazioni. Di testa, su rigore e di piede le reti del portoghese che ha messo in mostra tutto il suo talento alla Sardegna Arena, immarcabile per il trio difensivo sardo, in particolare per l'ex Daniele Rugani, ubriacato di finte in occasione del terzo gol. Il Cagliari ha iniziato bene la prima frazione di gioco, ma dopo la prima rete dei bianconeri è lentamente scomparso dal campo, chiudendo il primo tempo senza conclusioni in porta: sottotono la prestazione di Joao Pedro, cannoniere dei sardi con 13 gol. 

Nel secondo tempo i rossoblù hanno provato a scuotersi da subito con due conclusioni in porta nel giro dei primi dieci minuti: sul tiro del rumeno Marin in particolare Szczesny si è dovuto superare. La Juventus si è specchiata nel primo terzo della ripresa e il Cagliari ne ha approfittato rientrando in partita con la rete di Giovanni Simeone che non andava a segno dallo scorso 31 ottobre: sesto gol in campionato per il "cholito", perfetto l'assist di Zappa. Partita più equilibrata nei secondi quarantacinque minuti con la Juventus ancora vicina al gol con Morata e Ronaldo e il Cagliari più reattivo ma poco incisivo sotto porta. In particolare all'83' la giocata di Gaston Pereiro con un tiro rasoterra che ha sfiorato il palo alla destra di Szczesny poteva riaprire veramente i giochi, ma il tiro dell'uruguaiano non ha avuto fortuna. Tanti i cambi da entrambe le parti, ma dopo quattro minuti di recupero e nonostante una clamorosa occasione di poker per Ronaldo ai titoli di coda il risultato non è cambiato. 
La Juventus vince sicuramente con merito e soprattutto grazie alle giocate della sua stella ritrovata: i bianconeri salgono a cinquantacinque punti e si portano a una lunghezza dal Milan, Cristiano Ronaldo a 23 gol in 23 partite giocate. Per il Cagliari una buona reazione nel secondo tempo e una sconfitta "preventivata". I sardi rimangono a ventidue punti, più due dalla zona pericolo occupata dal Torino, e adesso si giocheranno una grande fetta della salvezza sabato prossimo nell'anticipo delle 18 contro lo Spezia. 
.

LEGGI LA CRONACA


Ultimo aggiornamento: Domenica 14 Marzo 2021, 21:08

© RIPRODUZIONE RISERVATA