Tutto facile per l'Inter: 5-2 al Benevento e aggancio alla testa della classifica

Tutto facile per l'Inter: 5-2 al Benevento e aggancio alla testa della classifica

Un inizio gara così, forse, se non lo aspettava nemmeno Antonio Conte. Non ha nemmeno il tempo di dare le prime indicazioni che la sua Inter passa in vantaggio. Bastano 28 secondi (sì, meno di mezzo minuto) ai nerazzurri per trovare la via del gol. Un’apertura di Kolarov per Hakimi, che lascia Barba sul posto, palla a Lukaku e 0-1. In questa azione c’è tutto quello che vuole l’ex ct dalla propria squadra. L’Inter è veloce, famelica, ha voglia di vincere. Corre ovunque ed è bella da vedere con le sue verticalizzazioni e i tanti palloni in area. Fa fatica il Benevento, così come l’inizio match con la Sampdoria. Ma stavolta non c’è la rimonta dei campani. Anzi, affondano poco alla volta. Perché su assist di Young raddoppia Gagliardini e 4’ dopo il centrocampista recupera un pessimo rinvio di Montipò per servire in area ancora Lukaku. Meno di 30’ e l’Inter vince 0-3. Paga a caro prezzo l’unica disattenzione – Handanovic che serve Caprari, bravo ad accorciare – ma prima dell’intervallo fa in tempo a segnare la quarta rete con Hakimi e divorarsi con Vidal il possibile 1-5. È un’Inter davvero concreta. Nella ripresa soffre solo su un diagonale di Moncini, ma controlla il risultato e colpisce con Lautaro Martinez, bravo a realizzare l’1-5. Ancora di Caprari la seconda rete dei campani.

LEGGI LA CRONACA 

 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre 2020, 20:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA