Unomattina in Famiglia, Monica Setta: «Sono ancora emozionata, ho ricevuto tanto affetto dal pubblico»
di Ida Di Grazia

Unomattina in Famiglia, Monica Setta: «Sono ancora emozionata, ho ricevuto tanto affetto dal pubblico»

Unomattina in Famiglia, Monica Setta: «Sono ancora emozionata, ho ricevuto tanto affetto dal pubblico». Sabato 12 settembre parte la nuova stagione dello storico programma di Michele Guardì che nella scorsa edizione è stato il programma più visto della rete ammiraglia. Confermatissima la coppia formata da Monica Setta e Tiberio Timperi.
 
Leggi anche > Unomattina in Famiglia, Tiberio Timperi: «Vorrei tornare a fare l'attore. Un programma con Carlo Conti? Perchè no»

 
Monica Setta, il suo debutto lo scorso anno è andato oltre le più rosee previsioni, da sabato torna "in famiglia". E' emozionata come la prima volta?

«Sembra incredibile, ma sì sono ancora molto emozionata. Non è come l'anno scorso, è un'emozione e una tensione diversa. Durante l'estate ho avute delle testimonianze di affetto sui social incredibili, mi scrivevano "ci manchi", "quando torni", sento proprio il bisogno di riabbracciare virtualmente un pubblico così ampio e soprattutto sento una grande responsabilità. Gli esami non finiscono mai!»

Com'è andata la sua estate tutta pugliese? 
«Sono tornata a casa, ho avuto la possibilità di festeggiare il mio compleanno e il mio onomastico in posti incredibili. Mi sarebbe piaciuto fare una grande festa come in passato, ma ovviamente non è stato possibile. Inizialmente avevo pensato di non fare niente, ma nonostante l'emergenza Covid non sia ancora passata, credo sia giusto tornare gradualmente alla normalità, pur mantenendo le distanze e rispettando le normative anti covid».
 
Che edizione sarà quella di quest'anno?
«Seguiremo anche noi le indicazioni che il direttore Coletta ha dato parlando del nuovo daytime: rigore nell'informazione ma anche un po' di leggerezza intelligente. Abbiamo un pubblico incredibilmente ampio, sorriso e grande empatia sono elementi fodamentali. Racconteremo come sempre i fatti senza però essere ansiogeni, come dico sempre io metteremo la giusta distanza dai fatti e dalle emozioni».

La squadra di Unomattina in Famiglia perde un "pezzo", le dispiace?
 «Purtroppo non ci sarà Stefania Orlando che ha curato la rubrica della tv, da un lato mi dispiace perchè anche lei è un volto storico, dall'altro sono davvero felice per lei e le faccio un grande in bocca al lupo. Per il resto il cast è quello di sempre: ci sarà Gianni Ippoliti, il Colonnello Laurenzi, Costantino D'Orazio e chi più ne ha più ne metta»

Ci saranno nuove rubriche?
«Sì ci tengo molto perchè la curerò personalmente, si tratta di una rubrica che seguiremo con particolare attenzione sul filone genitori - figli in tutte le sue sfaccettature»
 
Ha nuovi progetti in vista?
«Per adesso c'è solo Unomattina in famiglia che è totalizzante. Ci sono delle idee, ma un impegno come questo pur se confinato al weekend ti assorbe tutti i giorni. Abbiamo 7 ore di diretta settimanale, c'è bisogno di leggere e studiare. Non è facile conciliare una nuova rubrica con un impegno così importante, non in termini di fatica, ma perchè è importante stare sul pezzo. I programmi hanno cambiato tutti pelle, c'è l'intrattenimento ma la parte giornalistica deve essere predominate. Questo vale per tutta la rete, Matano ad esempio sta facendo una Vita in Diretta bellissima, così come Uno Mattina e Serena (Bortone ndr)».
 
Proposte di reality?
«Alfonso Signorini è un mio grande amico e lo considero uno dei migliori giornalisti in circolazione perchè è in grado di conciliare l'alto e il basso. Prima della mia conferma a Unomattina estate mi aveva contattata per sapere se volevo fare un pensiero sul Grande Fratello Vip, avevamo un appuntamento fissato, ma avendo un'esclusiva in essere con Rai1 ho aspettato, poi quando il direttore mi ha confermata anche per la seconda edizione ecco che la scelta è stata inevitabile. Non perchè ho dei pregiudizi, però non è compatibile con i miei impegni, la dimensione giornalista per me è predominante. Sono più brava a raccontare gli altri che a parlare di me».

Lo seguirà?
«Guardo con grandissima attenzione questo Grande Fratello di Alfonso perchè secondo me resta una trasmissione sempre interessante dal punto di vista antropologico».  
 
Lei è in coppia con una collonna del programma che è Tiberio Timperi, che partrner è?
 
«Hai detto bene, lui è una colonna di questo programma ed è bravissimo, ci ho lavorato bene sin da subito. Non siamo mai diventati amici, ma abbiamo un rapporto così rispettoso l'uno dell'altro che funzioniamo bene così».
 
In termini di ascolti vi siete posti un obiettivo?

 
«Questo è un programma che va in onda dall'89 e più che agli ascolti Michele Guardì ha sempre prediletto la qualità. Tra auditel e qualitel puntiamo su quest'ultimo (ride ndr). Lavorando nel weekend riusciamo a intercettare tutta la famiglia italia, abbiamo una grande responsabilità»
 
 Ha una perla di Guardì che porta con sè?
«Io avrei voluto lavorare con lui già 10 anni fa, essere qui è da sempre il mio sogno.Ogni giorno impari qualcosa ma i punti cardine sono sempre questi: attenzione al contenuto, non c'è improvvisazione, dedizione allo studio. Una cosa che mi ha detto sin da subito è quello di entrare nelle case degli italiani sempre in punta di piedi e con il sorriso sulle labbra».
 
 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Settembre 2020, 10:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA