Roberto Mancini, il Ct e Gianluca Vialli: i gemelli del gol. «Gli sono stato vicino in silenzio durante la malattia»

Roberto Mancini, il Ct e Gianluca Vialli: i gemelli del gol. «Gli sono stato vicino in silenzio durante la malattia»

Fecero sognare i tifosi della Sampdoria con lo scudetto del 1991 vinto grazie ai loro gol

"I gemelli del gol", Roberto Mancini e Gianluca Vialli, sono legati da una forte amicizia che va oltre il campo di calcio. Il Ct della Nazionale, ospite del salotto di Canale 5, Verissimo, ha dichiarato: «Siamo fratelli» sottolineando di essergli sempre rimasto accanto in silenzio anche durante la malattia che ha colpito Vialli. «Non ne abbiamo mai parlato direttamente - rivela Mancini -. Io non avrei avuto la forza di chiederglielo. Non ha toccato l’argomento e ho rispettato il suo silenzio».

 

Leggi anche - Carlo Verdone a "Domenica In": «Quel giorno sul set ho perso la fede di mio padre...»

 

Inizialmente li ha uniti la passione per il calcio, diventata poi un'amcizia speciale. Mancini ha condiviso col fratello Vialli la gioia per la vittoria della Nazionale Italiana agli Europei di calcio, segnata da un emozionante abbraccio che ha colpito tutti. I “gemelli del gol” fecero sognare i tifosi della Sampdoria e permisero alla squadra di vincere lo scudetto nel 1991.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 8 Novembre 2021, 12:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA