Nek, scuse dopo le polemiche sul concerto improvvisato al Twiga: «Ho commesso una leggerezza»

video
di Ida Di Grazia
Le scuse di Nek dopo le polemiche sul concerto improvvisato al Twiga: «Ho commesso una leggerezza». Qualche giorno fa il video del cantante che si era esibito durante una festa privata, nel locale di cui è socia Daniela Santanché, aveva scatenato numerose polemiche.

Leggi anche > Federico Fashion Style, la compagna Letizia e la figlia positive al Covid​


«Mi sono preso qualche tempo per rispondere con la calma necessaria su quello che è successo, perché non voglio che passi un’immagine di me che non corrisponde a chi sono». Filippo Neviani, in arte Nek sceglie le storie di Instagram per rispondere alle polemiche che lo hanno investito in questi giorno dopo che in rete sono circolate le immagini di una sua esibizione al Twiga, il locale di Marina di Pietrasanta di cui è socia Daniela Santanché, con i clienti intorno tutti senza mascherina.

«Mi trovavo con la mia famiglia - racconta Nek - a una cena nello stabilimento dove ho passato (come ogni anno) l’estate, sempre nel pieno rispetto di tutte le regole. Una cena privata all’aperto per i soli clienti dello stabilimento, che ho trascorso seduto al tavolo con i miei congiunti. Il deejay ha alzato il volume su una mia canzone e mi è stato chiesto di accennare un paio di pezzi (non un concerto), ho accettato amichevolmente l’invito a prendere il microfono».

Non un concerto come molti avevano sostenuto ma un'esibizione improvvisata, ma Nek non si nasconde dientro un dito e fa ammenda: «Ho commesso una leggerezza: la musica crea aggregazione, le persone hanno cominciato a farsi prendere dall'entusiasmo e, anche se l’evento era privato sarebbe stato meglio non accettare e non prenderlo quel microfono. HO passato questa estate facendo dei piccoli concerti nel pieno rispetto delle regole di distanziamento a tutela della salute di tutti. E da lì non mi schiodo, la priorità è sempre quella. Filippo». 
Ultimo aggiornamento: Sabato 29 Agosto 2020, 20:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA