Nancy Brilli risponde su Leggo: «Giulio ha un'amante, che è la moglie del capo. Ma come si fa a vivere di bugie?»
di Nancy Brilli

Nancy Brilli risponde su Leggo: «Giulio ha un'amante, che è la moglie del capo. Ma come si fa a vivere di bugie?»

C'è Giulio che ha una fidanzata. Questa signora dell'alta borghesia, innamoratissima, lo porta con sé nelle sue frequentazioni altolocate. Giulio è molto ambizioso, non la ama, dice, non gli piace neppure tanto, ma sta con lei perché lo rappresenta. Ciò di cui Giulio si lamenta è della sua amante, dalla quale ottiene lavori importanti ma che, essendo moglie del capo dell'azienda, nonché suo di lui amico, dovrebbe starsi zitta, invece ne chiacchiera col primo che passa.

Parliamo di sessantenni navigati. Mi pongo un quesito: che qualità di vita ha questa gente? Uno così, come si gestisce? Ma davvero ha voglia di arrampicarsi in questo modo? A costo di quali quantità di pillolone azzurre? Giulio mio, mica fa bene, sa? Il cuore, quello fisico, si spompa, e l'altro, quello metaforico, si sfrange. Mi chiede che farei al posto suo. Beh, mi troverei qualcuno che mi piacesse, con cui condividere, che so, un aperitivo in riva al mare, due risate e un mezzo pianto. Io, una vita come la sua, con tutte ste bugie, non la vorrei nemmeno regalata. Scusi la franchezza, sa? È lei che ha chiesto.
(brillisevuoi@leggo.it)
Martedì 26 Novembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA