Scuola, a settembre si torna senza mascherine anti-covid. Le nuove regole per il 2022/2023

A scuola solo senza sintomi. Mascherine per i più fragili. In caso di picco di contagi si mangia su turni o al banco

Covid, a settembre si torna a scuola senza mascherine. Le nuove regole per il 2022/2023

La campanella per il ritorno sui banchi di scuola è ancora lontana. Manca circa un mese all'inizio dell'anno scolastico 2022/2023, ma genitori e studenti, si staranno chiedendo se le misure Covid saranno alleggerite o inasprite visto l'importante numero dei contagi di queste settimane d'estate. Allo stato attuale, il protocollo a misura di scuola è in scadenza il prossimo 31 agosto, e le istituzioni politiche e sanitarie hanno deciso che non verrà aggiornato.

Multa per divieto di sosta, offese sessiste e minacce alla vigilessa

 

Senza mascherine

Dunque secondo il nuovo protocollo, a settembre gli studenti italiani, torneranno in classe senza la mascherina. Un'altra agognata via verso la normalità. A conti fatti, sarà il quarto anno scolastico in epoca Covid ed il Ministero della salute insieme all'Istituto superiore di sanità, il Ministero dell'istruzione, le regioni e le province autonome, nei giorni scorsi, ha reso pubbliche le indicazioni operative per il contenimento della diffusione del virus che riguarderanno le scuole dalle elementari agli istituti superiori. La risposta più attesa riguarda, ovviamente, le mascherine, che non dovranno essere più indossate durante lo svolgimento delle lezioni in presenza. In particolare, le mascherine, dovranno essere messe a copertura di bocca e naso, solo da alunni e personale «a rischio di sviluppare forme severe di Covid 19» e dai soggetti più fragili, perché con disabilità o affetti da altre patologie.

Maiale Monaldo, per il Tar l'animale può vivere in casa come fosse un animale domestico

Altre regole da rispettare 

Addio alla mascherina, ma in classe si potrà andare solo se privi di sintomi o febbre che possano far ipotizzare un contagio Covid, anche se ovviamente il test diagnostico dev'essere negativo, altrimenti si resta a casa. D'altronde il regolare ricambio d'aria che sarebbe necessario nelle classi per diminuire le possibilità di contagio Covid, non è stato previsto ed attuato nei mesi scorsi, dunque l'unica soluzione praticabile (non in inverno) resta quella di aprire le finestre. Per mangiare la merenda a ricreazione e comunque consumare i pasti, se i contagi risalissero (come già accaduto lo scorso anno) la somministrazione dei pasti nelle mense, avverrà su turni oppure si mangerà restando seduti al banco.


Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Agosto 2022, 13:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA