Scuola, a settembre in aula anche senza distanziamento: obbligo di mascherina per tutti gli studenti

video
Se nelle aule non si riuscirà a mantenere la distanza di sicurezza gli alunni indosseranno la mascherina. Viene quindi a cadere la regola del metro di distanza all'interno delle aule, ma solo se tutti i ragazzi e i bambini indosseranno le mascherine chirurgiche.

Leggi anche > Scuola, dubbi sulla riapertura a settembre: il ministero risponde sul sito, le linee guida
 
 

Ad offrire la soluzione su come ripartire a settembre è il comitato tecnico scientifico che scongiurerebbe il rischio di una rimandata apertura. La ministra Lucia Azzolina ha da subito manifestato il grande problema delle cosiddette classi pollaio affermando che si sarebbe impegnata a risolvere la questione. Una questione però spinosa visto che mancano in molti casi le strutture e gli spazi per tenere distanziati a un metro tutti i ragazzi all'interno delle aule, così la comunità scientifica ha posto una diversa soluzione per garantire comunque la didattica. 

A porre il problema è nato dal rischio che i banchi monoposto non arrivino in tempo, la mancanza di spazi alternativi per fare lezione e anche i casi in cui le aule, modificate per rispettare le nuove regole, non vengano terminate entro l'inizio dell'anno scolastico. Quindi per situazioni temporanee, se non sarà possibile mantenere il distanziamento sociale potranno essere usate le mascherine in classe. Una deroga prevista per poter iniziare l’anno scolastico il 14 settembre, senza intoppi e senza ritardi.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Agosto 2020, 14:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA