Invalsi, Italia spaccata in due: al Sud uno studente su 2 non capisce il testo di italiano. Inglese bestia nera
di Lorena Loiacono

Invalsi, Italia spaccata in due: al Sud uno studente su 2 non capisce il testo di italiano. Inglese bestia nera

Saper leggere, far di conto e comprendere l'inglese. Sembra facile la regola per andare bene a scuola, ma non sempre questo paradigma funziona. Anzi. I risultati dei test Invalsi ritraggono una Scuola che arranca ad ottenere la promozione e spesso non la raggiunge proprio. Non solo, risulta anche spaccata a metà, con il Nord che ottiene risultati decisamente migliori rispetto al Sud.

Invalsi, uno studente su due non capisce l'italiano. Buttafuoco: «Colpa dello Stato, non investe in cultura»

I dati forniti dalle rilevazioni dell'Istituto per la valutazione, che quest'anno conferma l'utilizzo dei computer introdotto lo scorso anno e registra le competenze per la prima volta anche in quinto superiore, evidenziano che il 35% dei ragazzi di terza media e dei compagni più grandi dell'ultimo anno delle superiori non raggiunge le competenze richieste in italiano. Più di un ragazzo su tre, quindi, ottiene la licenza media o il diploma di maturità pur non riuscendo a comprendere un testo in italiano.

Per la matematica la situazione si complica ancora di più: non raggiunge un livello adeguato il 39% dei ragazzi di terza media e il 42% in quinto superiore.
La valutazione dell'inglese si divide in reading e listening, lettura e ascolto: in terza media non raggiungono il livello richiesto A2 rispettivamente il 23% e il 41%. Ad un passo dalla maturità ha problemi con il reading di livello B2 il 49%, con il listening di livello B2 addirittura il 65%, tra questi c'è un 25% che non raggiunge neanche il livello B1. La lingua inglese diventa la bestia nera del Sud dove le competenze adeguate vengono raggiunte sotto la soglia del 20% in Calabria, Campania e Sicilia.

Ma il problema del Sud non è solo l'inglese. Anzi, osservando i test di italiano emergono percentuali impressionanti: all'ultimo anno delle superiori non raggiunge livelli adeguati in italiano un ragazzo su due in Campania, in Calabria e in Sicilia. Le differenze si acuiscono ancora di più per matematica: non raggiungono livelli adeguati 6 studenti su 10 della Campania, della Calabria e della Sicilia. «Questi dati - ha commentato il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti - evidenziano innegabili motivi di preoccupazione, ma anche di novità e interesse».

riproduzione riservata ®
Giovedì 11 Luglio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA