Ragazzo autistico chiama la polizia: «Ho perso l'orsacchiotto», agente specializzato l'aiuta a ritrovarlo
di Giampiero Valenza

Ragazzo autistico chiama la polizia: «Ho perso l'orsacchiotto», agente specializzato l'aiuta a ritrovarlo

Ha 12 anni, è autistico e perde l’orsacchiotto con il quale giocava. Così agisce come se quel peluche fosse una persona vera e propria e chiama il 911 (il 112 americano). “L’orso di peluche è caduto ancora. Non preoccuparti, ti salverò. A presto”, ha detto al telefono prima di interrompere la chiamata senza aspettare la risposta dell’interlocutore.

Dall’altra parte trova un poliziotto specializzato a trattare con ragazzi con il suo stesso disturbo e così il piccolo Ryan trova esattamente la risposta di cui aveva bisogno. Il poliziotto in questione è Khari Manzini, uno degli agenti statunitensi in forza al commissariato di Woodbridge, nel New Jersey (Usa), istruito grazie a una formazione specialistica che aveva ricevuto dall’organizzazione Poac Autism Services, una no profit che si occupa proprio di questo.

L’agente si è presentato a casa. “Siamo venuti più velocemente possibile”, ha detto al ragazzo. “Ryan era molto felice di vedermi e io ero davvero contento di vederlo felice di aver riavuto l'orsacchiotto”, ha raccontato all'emittente tv News 12 New Jersey.

L’occasione è stata quella anche di fare una foto per fare in modo di sensibilizzare i residenti di zona su un disturbo di questo tipo.

Il papà di Ryan, Robert Paul, ha detto di essere orgoglioso di suo figlio perché ha dimostrato di saper fare le cose giuste in caso di emergenza. "Abbiamo solo bisogno di mettere a punto un po' di situazioni", ha raccontato.

Il Poac ha formato più di 67.000 soccorritori nel solo New Jersey per riconoscere l'autismo. Un’operazione che, spiegano, ha già salvato diverse vite.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA