Tumore al seno, meno 35% di controlli. Parte la Carovana della Prevenzione: il 15 e il 16 screening gratuiti a Roma

Tumore al seno, meno 35% di controlli. Parte la Carovana della Prevenzione: il 15 e il 16 screening gratuiti a Roma

Meno controlli al seno da quando è scoppiata la pandemia.  Si stima in media che nell’ultimo anno ci sia stato un calo degli screening anti-tumorali del 35% con un conseguente forte ritardo nelle diagnosi e nelle cure. Si calcola che ad almeno 3mila donne il tumore sarà diagnosticato in ritardo. Per questo, Susan G. Komen Italia, da 20 anni in prima linea nella prevenzione e lotta ai tumori del seno e Procter & Gamble, con il programma di cittadinanza d’Impresa “P&G per l’Italia”, lanciano l’iniziativa “Insieme siamo più forti”.

Un progetto per prendersi cura della salute delle donne a sostegno della “Carovana della Prevenzione”, il programma itinerante ideato congiuntamente da Komen Italia e Fondazione Policlinico A. Gemelli IRCCS per offrire gratuitamente prestazioni cliniche e diagnostiche di prevenzione, soprattutto alle categorie più svantaggiate, su tutto il territorio nazionale. Grazie al sostegno di Procter & Gamble, quattro unità mobili ad alta tecnologia, dotate di tutta la strumentazione necessaria per la diagnosi precoce dei tumori del seno, ginecologici e di altre patologie oncologiche femminili prevalenti, raggiungeranno le periferie e le aree di maggiore disagio nel centro sud Italia.

Screening e buone abitudini, così menopausa e andropausa fanno "meno male"

Tumore al seno triplo negativo, l'algoritmo Ariadne prevede il rischio di metastasi

Un percorso di 10 tappe, che nei prossimi mesi toccherà 9 città italiane: Roma, Bari, Bitti, Carbonia, Napoli, Reggio Calabria, Gioia Tauro, Catania ed Enna, per consentire di effettuare visite cliniche ed esami diagnostici gratuiti come mammografie, ecografie mammarie, ecografie ginecologiche, PAP test. I primi appuntamenti saranno a Roma sabato 15 maggio e domenica 16 maggio rispettivamente nei quartieri Quartaccio (Via Thomas Mann, angolo via Sand) e Corviale (Via Marino Mazzacurati 89) dalle 9.30 alle 17.00.

 «Delle quasi 56.000 donne che in Italia ogni anno ricevono una diagnosi di tumore al seno, 12.000 perdono ancora la battaglia, spesso a causa di una diagnosi tardiva. La pandemia ha fatto notevolmente ritardare cure e screening oncologici e si prevede che nel 2021 3.000 donne scopriranno in ritardo di avere un tumore del seno, quando la malattia sarà in stato più avanzato e quindi più difficile da curare. Per contribuire a recuperare il tempo perduto abbiamo aumentato le attività della nostra Carovana della Prevenzione, in modo da poter assicurare un accesso facile e di qualità agli esami di prevenzione alle donne che ne hanno più bisogno. Per essere efficaci in questa difficile sfida è necessario unire le forze e siamo davvero grati a Procter & Gamble per il sostegno così determinante che ha scelto di offrirci tramite il suo programma “P&G per l’Italia”» commenta il professor Riccardo Masetti, Presidente di Komen Italia.

«Il ritardo nelle visite mediche di prevenzione è tra gli effetti collaterali della pandemia più silenti ma più gravi. Oltre al lockdown, la drastica riduzione delle disponibilità economiche nelle famiglie, soprattutto in alcune fasce socio-demografiche, ha portato molte donne ad interrompere i controlli periodici volti alla diagnosi precoce del tumore del seno, fattore determinante per una migliore possibilità di cura. Per questo all’interno del nostro programma di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia”, sosterremo Susan G. Komen Italia ed in particolare la “Carovana della Prevenzione” per offrire esami diagnostici gratuiti portandoli nelle aree in Italia dove c’è più bisogno dove ci auguriamo di poter aiutare donne che hanno meno opportunità di fare prevenzione. Per non lasciare indietro nessuna donna» dichiara Paolo Grue, Presidente e AD di P&G Italia. Il programma continuativo “Carovana della Prevenzione – Programma Nazionale Itinerante di Promozione della Salute femminile”, ad oggi ha percorso oltre 35.000 chilometri su tutto il territorio nazionale, realizzando 350 “Giornate di Promozione della Salute Femminile” in 16 regioni e offrendo 32.000 esami clinici e diagnostici eseguiti sulle Cliniche Mobili dal personale sanitario specializzato della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRRCS di Roma e da volontari della Komen Italia, affiancati da personale sanitario di istituzioni locali e associazioni non profit che collaborano al progetto.


Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Maggio 2021, 16:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA