«Sì alla passeggiata genitore-figlio»

«Sì alla passeggiata genitore-figlio»

Un solo genitore può camminare con i figli minori «purché in prossimità della propria abitazione». Lo precisa l'ennesima circolare inviata dal Viminale ai prefetti per fornire «chiarimenti» sul divieto di assembramento e spostamenti.
Si tratta di indicazioni, spiega il capo di Gabinetto, Matteo Piantedosi, da trasmettere alle forze di polizia «quotidianamente impegnate nella ricerca di un giusto equilibrio tra l'attenta vigilanza sulla corretta osservanza delle misure e la ragionevole verifica dei singoli casi».
Il Viminale ha poi precisato: il jogging continua a essere ammesso, ma la possibilità di uscire con il bambino non deve essere considerata come attività sportiva, ossia jogging.
Ancora. «Il divieto di assembramento non può ritenersi violato dalla presenza in spazi all'aperto di persone ospitate nella medesima struttura di accoglienza (ad esempio, case-famiglia) anche se «chiunque acceda dall'esterno (operatori, fornitori, familiari, etc) sarà comunque tenuto al rispetto del divieto, della distanza interpersonale di un metro e all'utilizzo dei presidi sanitari (mascherine e guanti)».
Potranno altresì «essere consentiti spostamenti nei pressi della propria abitazione giustificati da esigenze di accompagnamento di anziani o inabili da parte di persone che ne curano l'assistenza, in ragione della riconducibilità dei medesimi spostamenti a motivazioni di necessità o di salute».

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Aprile 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA