Mostra del Cinema di Venezia, a Julianne Moore il primo "Franca Sozzani Award"
di Gustavo Marco Cipolla

Mostra del Cinema di Venezia, a Julianne Moore il primo "Franca Sozzani Award"

Fervono i preparativi per l'edizione numero 74 della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, ma già si conosce il nome della prima vincitrice di un riconoscimento molto speciale. Sarà il Premio Oscar 2015 Julianne Moore (che al Lido di Venezia è di casa, poiché in passato ha vinto ben due Coppe Volpi) a ritirare il prossimo 1 settembre il neoistituito “Franca Sozzani Award” e nato per omaggiare personalità di spicco del mondo dell'arte, dello spettacolo e della cultura impegnate nel sociale. L'award verrà consegnato all'attrice da un altro Premio Oscar, Colin Firth, all'interno della manifestazione dedicata alla celluloide e a cui la celebre direttrice di Vogue Italia era particolarmente affezionata.
 

Lo scorso anno, una delle ultime apparizioni pubbliche di Franca Sozzani fu proprio alla Mostra del Cinema di Venezia, dove il figlio regista e fotografo Francesco Carrozzini presentò in anteprima il docufilm dedicato alla madre “Franca: Chaos and Creation”. Un racconto intimo e personale della donna, oltre il personaggio temuto e stimato dal fashion system. Il “Franca Sozzani Award” è stato fortemente voluto dalla famiglia Sozzani per ricordare la regina della moda scomparsa il 22 dicembre 2016 e da sempre appassionata di cinema e arte. Il conferimento del premio a Julianne Moore è stato deciso dal board del neonato “Franca Sozzani Award” e composto non solo dai familiari della storica direttrice ma anche dagli amici di una vita.

Francesco Carrozzini, la sorella Carla Sozzani e la nipote Sara Sozzani Maino (vicedirettore di Vogue Italia ed Head di Vogue Talents), Pierpaolo Piccioli (direttore creativo della maison Valentino), Diego Della Valle (presidente e ceo del gruppo Tod's), Remo Ruffini (presidente e ad di Moncler), Donatella Versace, Pietro Valsecchi (ad di Taodue Film), Marco e Afef Tronchetti Provera, il presidente di Condé Nast Italia Giampaolo Grandi e Carlo Capasa (presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana) hanno scelto di premiare l'attrice americana perché anche lei come Franca Sozzani ha saputo unire l'amore per la cultura all'impegno sociale e civile. Julianne Moore è infatti impegnata per il riconoscimento dei diritti omosessuali e in diverse attività benefiche tra cui quella per l'associazione ST Alliance (con cui collabora dal 2002) che si occupa di informare e sensibilizzare sulla sclerosi tuberosa, malattia cutanea rara.
Lunedì 31 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 19:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME
LE PIU' CONDIVISE