Covid, D'Amato: «Mai più Dad nel Lazio, a settembre ci sarà un'immunità diffusa»

Covid, D'Amato: «Mai più Dad nel Lazio, a settembre ci sarà un'immunità diffusa»

Covid, l'obiettivo ambizioso del Lazio: «Mai più studenti costretti alla didattica a distanza». Parola dell'assessore regionale alla Salute, Alessio D'Amato, che aggiunge: «A settembre ci sarà una protezione diffusa, se riusciremo a vaccinare il 70-80% degli studenti sopra i 12 anni potremo garantire la didattica in presenza».

 

Leggi anche > Vaccino, D'Amato: «Il posticipo Pfizer una seccatura, ma raggiungeremo l'obiettivo»

 

In un'intervista a Mauro Evangelisti per Il Messaggero, Alessio D'Amato sottolinea l'importanza della vaccinazione per gli adolescenti: «Dobbiamo continuare a essere prudenti e ad usare le mascherine nei luoghi pubblici al chiuso e in quelli all'aperto se affollati, anche se vaccinati. Ma abbiamo già vaccinato con Pfizer 40mila ragazzi sopra i 12 anni e stiamo facendo ora i richiami. Le somministrazioni ripartiranno dopo Ferragosto, col richiamo a 21 giorni faremo in tempo per l'inizio dell'anno scolastico. Abbiamo dovuto far slittare di una settimana gli appuntamenti con i più giovani a causa dei ritardi nella consegna delle dosi Pfizer. Le famiglie hanno dimostrato grande disponibilità, riusciremo a raggiungere l'immunità degli studenti prima dell'inizio delle scuole».

 

Leggi anche > Vaccino, 20 milioni di italiani hanno completato il ciclo. Gelmini: «Ancora troppi over 60 senza protezione»

 

L'assessore regionale alla Salute del Lazio parla anche del Green pass ma insiste sull'importanza dei vaccini. «Fare i controlli e imporre tamponi a chi parte e a chi torna se non è vaccinato è giusto, ma c'è solo una soluzione per evitare una ripresa dei contagi a causa delle vacanze: accelerare le vaccinazioni complete non solo tra gli anziani, ma anche tra i giovani. Non abbiamo altra strada» - spiega Alessio D'Amato - «Nel Lazio abbiamo anticipato i richiami a 21 giorni con Pfizer, a 28 con Moderna, a 55 con AstraZeneca, perché solo il completamento del percorso protegge dalla variante Delta. Contro la quale, tra l'altro, è efficace anche Johnson&Johnson, che è monodose. Noi lo stiamo utilizzando nei limiti delle raccomandazione di Aifa».

 

Leggi anche > Roma, l'Open night del Santo Spirito: vaccini a suon di musica per stranieri e senzatetto

 

Alessio D'Amato affronta anche gli scenari futuri per l'estate: «Sappiamo che entro agosto la variante Delta sarà predominante e per questo dico che vanno intensificate e completate le vaccinazioni. Entro la prima settimana di agosto il Lazio deve aver completato le vaccinazioni per il 70% degli over 12, oggi siamo vicini al 44%, ben al di sopra della media nazionale. Chi partirà senza essere stato vaccinato o solo con la prima dose, dovrà essere prudente e rispettare le richieste di test antigenici per viaggiare. Noi comunque vacciniamo anche i giovani con Johnson&Johnson, possiamo dire che è davvero il vaccino dell'estate, perché è monodose e dopo 15 giorni offre un'ottima copertura anche per la variante Delta, ma anche perché dai report dell'Aifa risulta essere quello col tasso più basso di reazioni avverse».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 5 Luglio 2021, 09:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA