Elementari e materne, niente scuola per un alunno su tre. I presidi: «Didattica impossibile»

Elementari e materne, niente scuola per un alunno su tre. I presidi: «Didattica impossibile»

di Lorena Loiacono

Nelle scuole dell’Infanzia e nelle Elementari un alunno su 3, ieri, non è tornato in classe. Alle Medie e alle Superiori le presenze sono state più numerose anche se, comunque, all’appello mancava un ragazzo su 5. 
Difficile il rientro dopo la pausa natalizia. I dirigenti scolastici di Roma stanno cercando di avviare le attività didattiche, ma le prime stime sono da brividi. «Abbiamo il 30% di assenze nelle scuole di primo grado – spiega il presidente dei presidi, Mario Rusconi – e il 10% tra il personale. Quindi vuol dire che abbiamo le cattedre vuote e le segreterie sguarnite: non c’è nessuno che possa convocare i supplenti, se manca la maestra».


Basta dare un’occhiata ai numeri, raccolti in tutta Roma: dalle scuole Materne alle Superiori. Al liceo scientifico Newton mancavano all’appello 27 docenti su 80, al Mamiani erano assenti 100 studenti e tre classi sono già in dad per la presenza di tre casi positivi con i ragazzi che si sono incontrati durante le vacanze natalizie. All’istituto comprensivo Valente i ragazzi assenti ieri erano 60 su 800 ma sono state le assenze del personale a pesare maggiormente: mancavano 26 persone (tra docenti e dipendenti Ata) su 110. Uno su 4. Emblematico il caso dell’istituto Francesca Morvillo di Tor Bella Monaca dove manca all’appello il 30% degli alunni: «Dei 1370 studenti iscritti – spiega la preside Valeria Sentili – ieri erano assenti 404 bambini. Molti sono positivi o in quarantena per contatto diretto ma tanti altri restano a casa perché i genitori hanno paura dei contagi. Alla Materna ho classi con 3-4 alunni, una sezione è addirittura vuota. Tutte le classi hanno la didattica online perché c’è almeno un ragazzo in quarantena e la connessione non sempre è buona: soprattutto la sede di via Siculiana non riesce a garantire la connessione per tutte le classi contemporaneamente». Alla Morvillo comunque verranno attivate le lezioni online anche alla Materna: saranno le maestre a scegliere come utilizzarla per tenere un contatto con i bambini. Anche perché tra la pausa natalizia e questo nuovo periodo di quarantena, i piccoli dell’asilo potrebbero allontanarsi troppo dall’ambiente scolastico.
«Questo è solo l’inizio - continua Rusconi – la situazione purtroppo è destinata a peggiorare. I contagi vanno avanti e sempre più classi andranno in quarantena».


Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Gennaio 2022, 07:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA