Choc a Roma: tenta di sradicare un crocifisso in chiesa, poi prende a pugni il parroco e aggredisce i poliziotti

Choc a Roma: tenta di sradicare un crocifisso in chiesa, poi prende a pugni il parroco e aggredisce i poliziotti

Cerca di sradicare un croficisso in una chiesa di Roma, poi aggredisce prima il parroco e successivamente anche i poliziotti: un uomo di 46 anni di origini pugliesi, C.B., con precedenti di polizia, è stato arrestato dalla Polizia ieri pomeriggio dopo la sua irruzione nel quartiere della Borghesiana, nella chiesa di San Giovanni Maria Vianney.

 

Leggi anche > Musulmano rifiuta di stringere la mano a una donna: negata la cittadinanza

 

L'uomo ha prima tentato di sradicare il crocifisso e poi, quanto il parroco è intervenuto per fermarlo, ha iniziato a colpirlo al volto con un pugno e successivamente, con una spinta, ha tentato di farlo cadere a terra. A quel punto il sacerdote, con l'aiuto di un suo collaboratore, è riuscito ad accompagnare l'uomo all'esterno ma questo, in escandescenza, ha iniziato a scalciare contro la porta della chiesa.

 

Al sopraggiungere degli agenti della Polizia della Sezione Volanti, il 46enne, ancora intento ad aggredire verbalmente il sacerdote, ha iniziato a urlare frasi offensive verso di loro minacciandoli di morte. Poi è passato alle vie di fatto e ha iniziato ad aggredirli sferrando calci e pugni. Durante la colluttazione l'uomo ha anche tentato di afferrare il calcio della pistola d'ordinanza di uno degli agenti ma è stato subito bloccato e messo in sicurezza all'interno dell'auto di servizio. Accompagnato negli uffici di polizia l'uomo ha continuato a scalciare contro pareti e porte continuando a minacciare e a insultare i poliziotti. Al termine degli accertamenti è stato arrestato per tentata rapina e oltraggio a pubblico ufficiale. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Ottobre 2020, 12:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA