Musulmano rifiuta di stringere la mano a una donna: negata la cittadinanza

Musulmano rifiuta di stringere la mano a una donna: negata la cittadinanza

Si è rifiutato di stringere la mano a una donna, e per questo gli è stata negata la cittadinanza. Accade in Germania dove un tribunale amministrativo dello stato del Baden-Württemberg ha stabilito che ad un medico musulmano, di origini libanesi, non va concessa la cittadinanza dopo che ha negato la stretta di mano ad una donna, una burocrate a cui doveva consegnare un certificato.

 

Secondo il tribunale il suo rifiuto era chiaramente una provocazione perché vedeva la donna come «una minaccia di seduzione sessuale»: i giudici hanno spiegato, scrive il Telegraph, che l'ottenimento della cittadinanza tedesca avrebbe implicato per il richiedente il seguire i valori stabiliti dalla costituzione, che sancisce l'uguaglianza sessuale.

 

La stretta di mano, secondo i giudici, è un saluto che esiste indipendentemente da sesso o stato sociale, e sebbene ci siano altri tipi di saluti riconosciuti in Germania come il bacio o il 'batti il cinque', la stretta di mano ha un'importanza speciale anche dal punto di vista formale, perché utilizzata per sancire accordi legali o transazioni commerciali. Per questo motivo il rifiuto, al medico libanese, è costato decisamente caro.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Ottobre 2020, 11:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA