Stupro a Monza, donna aggredita in pieno centro da un 26enne di origine marocchina: arrestato

«Vai, torna dai tuoi poliziotti di m...», ha detto l'aggressore alla donna, che è riuscita a chiamare i soccorsi mentre veniva molestata

Stupro a Monza, donna aggredita in pieno centro da un 26enne di origine marocchina: arrestato

Nuovo caso di stupro in pieno giorno. Stavolta è successo a Monza, la mattina del 5 settembre scorso. La vittima è una 35enne brianzola, aggredita mentre stava passeggiando in via Pavoni, poco distante dalla stazione. Un 26enne di origine marocchina l'ha spinta contro la ringhiera, tenendola per la gola, e ha iniziato a toccarla nelle parti intime.

Milano, sedicenne denuncia violenza sessuale: si è svegliata in piazza Castello con i pantaloni abbassati

Donna sedata e violentata, primario in carcere: incastrato da una telefonata e da inquietanti ricerche online

Stupro in centro a Monza

«Vai, torna dai tuoi poliziotti di m...», ha detto l'aggressore alla donna, che è riuscita a chiamare i soccorsi mentre veniva molestata. Ad intervenire è stata una volante dell’Ufficio prevenzione generale della Questura di Monza, che stava passando da cia Pavoni in quel momento.

L'uomo è stato bloccato dai militari dopo un tentativo di fuga e un breve inseguimento. Si tratta di un 26enne di origine marocchina, con trascorsi per reati contro il patrimonio e la persona, oltre a vicende legate allo spaccio di droga. Per la donna, portata in ospedale in stato di choc, 15 giorni di prognosi per una contusione alla caviglia. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Settembre 2022, 13:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA