Pensa lo stia filmando con il cellulare, nigeriano aggredisce una donna: terrore sul treno regionale
di Simona Romanò

Monza, pensa lo stia filmando con il cellulare: nigeriano aggredisce una donna: terrore sul treno regionale

Minaccia di morte  una passeggera perché era convinto che lo stesso filmando con il cellulare. E colpisce un ragazzo che l’ha difesa. Terrore e choc giovedì mattina, verso le 9, su un convoglio Trenord della tratta Camnago-Milano. Un uomo di origine nigeriana, 25 anni, residente a Cornate D’Adda (Monza-Brianza), ha aggredito come una furia scatenata una donna credendo che lo stesse video riprendendo: prima le ha urlato contro, poi, l’ha raggiunta con fare minaccioso. La signora, un italiana di 43 anni, terrorizzata,  è scappata, ma è stata inseguita dall’extracomunitario che ha continuato a minacciarla.

 

Lungo il corridoio,  un ragazzo pakistano di 19 anni, operaio di  Lentate sul Seveso,  si è frapposto ed è riuscito ad evitare il peggio: il nigeriano gli ha però tirato un pugno e gli ha rubato il cellulare. A chiedere aiuto ai carabinieri l’addetto alla sicurezza di Trenord. Alla stazione ferroviaria di Seveso, il nigeriano in evidente stato di alterazione, ha trovato i militari di Monza che, a fatica, sono riusciti a bloccarlo dopo essere stati spintonati e cercando di evitare anche i morsi e le testate.

 

Il 25enne è stato arrestato per violenza, minaccia, resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale, rifiuto d’indicazioni sulla propria identità personale e denunciato per rapina impropria. Su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato, poi, portato al carcere di Monza in attesa del processo per direttissima.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Ottobre 2021, 17:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA