Mascherine anche all’aperto e termoscanner al ristorante, la Lombardia apre così

Mascherine anche all’aperto e termoscanner al ristorante, la Lombardia apre così

di Giammarco Oberto
Via libera, dopo una lunghissima trattativa con il governo terminata alle 3,15 della notte tra sabato e ieri sulle linee guida per aprire. «Ora le nostre linee guida - spiega Fontana - faranno parte integrante del Dpcm del Governo, per evitare contrasti interpretativi con quelle nazionali». L’ordinanza è pronta per la firma del governatore e sarà in vigore fino al 31 maggio. Oggi anche in Lombardia si apre tutto o quasi, «con regole più severe rispetto ad altre Regioni, in un quadro di equilibrio fra necessità della vita economica e tutela della salute pubblica - ha dichiarato in serata Fontana - manteniamo alta la guardia». Via libera a ristoranti, bar, parrucchieri, estetiste e molte altre attività commerciali. Tornano da oggi anche le messe e possono essere riprendere l'attività biblioteche e musei. Che però a Milano ancora non apriranno: il Comune ha deciso una settimana di test a porte chiuse per i suoi musei civici, dal Castello Sforzesco alla Gam al Mudec. Per Palazzo Reale la prima parziale apertura è prevista il 28 maggio. Ecco quali sono le regole specifiche per la Lombardia.

MASCHERINE. Le protezioni vanno portate sempre, non solo nei posti al chiuso. In Lombardia «permane l’obbligo di portare la mascherina o altri indumenti utili a coprire le vie respiratorie anche all’aperto».

TERMOSCANNER. In Lombardia prima di accedere a qualsiasi luogo di lavoro il personale dovrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea: sopra i 37,5 «non sarà consentito l’accesso o la permanenza sul luogo di lavoro». La misurazione della febbre è «fortemente raccomandata» anche ai clienti dei negozi, ed è assolutamente obbligatoria per i clienti dei ristoranti.

PARRUCCHIERI. Obbligatorie mascherine, guanti e visiere per i lavoratori e mascherine per i clienti. Prenotazione obbligatoria e divieto di riviste da leggere. Il parrucchiere dovrà anche fornire borse monouso per gli effetti personali del cliente. Prima di taglio o acconciatura sempre obbligatorio il lavaggio dei capelli.

PALESTRE E PISCINE. In questo caso la Regione prende ancora tempo. Mentre sul territorio nazionale potranno aprire già il 25, in Lombardia apriranno il 31.

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Maggio 2020, 06:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA