Fugge dalla polizia in quarantena e si getta nel Naviglio, ma è in secca: magrebino grave

Milano, fugge dalla polizia e si getta nel Naviglio ma è in secca: magrebino grave

In fuga dalla polizia durante la quarantena a Milano si getta nel naviglio ed è grave. Un nordafricano è stato ricoverato in ospedale dopo essersi fratturato una gamba saltando nel Naviglio in secca, a Milano, per sfuggire agli agenti che lo inseguivano. È accaduto attorno alle 15 in via Lodovico il Moro, dove una volante è intervenuta per la segnalazione di una rapina in strada ai danni di una donna minacciata da un uomo armato di coltello che si era fatto consegnare il cellulare.

Il nordafricano (non è stato ancora identificato), a spasso nonostante la quarantena per il coronavirus, è stato individuato poco dopo e denunciato. In quel momento non aveva con sé il cellulare e neppure il coltello ma 5mila euro in contanti. Secondo quanto riferito dalla questura, quando è arrivata una seconda auto in supporto, il nordafricano è scappato e si è lanciato nel Naviglio in secca. Nell'impatto si è fratturato la gamba ed è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per tirarlo fuori e trasportarlo all'ospedale Niguarda.

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Marzo 2020, 23:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA