Coronavirus, Sala rimprovera i milanesi: «Non correte nei supermercati, pensate ai più deboli»

Con la diffusione del Coronavirus in Lombardia, il sindaco di Milano, Beppe Sala, sceglie i social per rivolgersi direttamente ai cittadini, aggiornarli sulla situazione nel capoluogo e dare loro dei consigli. Innanzitutto spiega che il Comune, d'accordo con la Regione, ha diffuso delle regole per limitare la diffusione del contagio. «Non stiamo a discuterle, applichiamole», raccomanda il primo cittadini. 

Leggi anche > Coronavirus, svolta paziente zero a Vò: «Uomo che frequentava il bar era stato a Codogno. Ora ha la tosse»

Sui trasporti e le funzioni pubbliche annuncia: «Lavoreremo perché i servizi funzionino al meglio e gli uffici resteranno aperti». Infine, conclude con un suggerimento: «Al posto di correre nei supermercati pensiamo a chi è in difficoltà e alle persone più fragili come i nostri anziani. Una società matura e sensibile si comporta in questa maniera».



Sala si riferisce a quanto sta circolando in queste ore come le notizie sugli scaffali dei supermercati milanesi presi letteralmente d'assalto alla ricerca di beni di primaria necessità. Anche il premier Giuseppe Conte ha provato a dissuadere i cittadini dalla corsa folle nei negozi. «Non manca la distribuzione alimentare, non ci troviamo davanti a una carestia». 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Febbraio 2020, 15:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA