Coronavirus, Gallera sugli assembramenti in Fiera Milano: «Con la mascherina non serve la distanza»

Coronavirus, Gallera sugli assembramenti in Fiera Milano: «Con la mascherina non serve la distanza»

Una presentazione in pompa magna, quella del nuovo ospedale alla Fiera di Milano, a cui ieri hanno partecipato decine di persone oltre alle principali personalità istituzionali. In molti, già in diretta, avevano notato che intorno ad Attilio Fontana, presidente della Lombardia, e a Beppe Sala, sindaco di Milano, si erano formati per forza di cose diversi assembramenti. Non sono mancate le polemiche sul mancato distanziamento in piena emergenza coronavirus e ieri, durante la consueta diretta social, Giulio Gallera ha voluto puntualizzare quanto accaduto.

Leggi anche > Coronavirus Milano, bufera sull'inaugurazione dell'ospedale Fiera: «Che assembramento, sarà un nuovo focolaio»​



L'assessore al Welfare della Lombardia, come ogni giorno, ha illustrato i nuovi dati sul contagio nella regione e tutte le misure prese a livello locale per fronteggiare l'emergenza. Giulio Gallera, però, ha deciso anche di commentare le tante polemiche sorte immediatamente dopo la presentazione del nuovo ospedale, che dalla prossima settimana disporrà di 25 nuovi posti di terapia intensiva: «La distanza è fondamentale perché evita che col vapore acqueo, con le goccioline o con gli sputi, si possa propagare il contagio. Il distanziamento è importante, ma qui giriamo tutti costantemente con la mascherina e siamo protetti, quindi non è necessario mantenere almeno un metro e mezzo di distanza».
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Aprile 2020, 10:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA