Truffavano istituti religiosi e case di riposo: «C'è una donazione per voi». Ma poi incassavano loro

Truffavano istituti religiosi e case di riposo: «C'è una donazione per voi». Ma poi incassavano loro

A Siracusa e Torino i Carabinieri stanno dando esecuzione, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Siracusa, a obblighi di dimora a carico di soggetti ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di oltre 150 truffe in danno di istituti religiosi e case di riposo di tutt'Italia.

 

Maxi-truffa al Sistema Sanitario Nazionale: così funzionari pubblici e strutture private hanno incassato milioni

 

Gli indagati, spacciandosi per impiegati di banca o di enti benefici, contattavano gli istituti sostenendo che erano stati loro destinati fondi statali o di anonimi benefattori. L'erogazione del denaro era, però, subordinata al versamento, da parte della vittima, di una somma da 1.000 a 3.000 euro su conti correnti di complici, a titolo di restituzione di presunte eccedenze accreditate per errore. In questo modo i malfattori sono riusciti ad accumulare 254.000 euro. Sono in atto perquisizioni per eseguire il sequestro per equivalente della somma illecitamente accumulata.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Settembre 2021, 09:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA