Studentessa di medicina uccisa, a Chi l'ha Visto l'audio del fidanzato: «Non so nemmeno io come l'ho ammazzata»
di Silvia Natella

Studentessa di medicina uccisa, a Chi l'ha Visto l'audio del fidanzato: «Non so nemmeno io come l'ho ammazzata»

A Chi l'ha Visto? il caso di Lorena Quaranta, la studentessa che sognava di diventare medico ma è stata uccisa dal fidanzato. Il compagno Antonio De Pace ha chiamato il 112 e confessato l'omicidio con un movente che non ha trovato alcun riscontro. L'accusava di avergli trasmesso il coronavirus, ma entrambi sono risultati negativi al tampone dopo la tragedia a Furci Siculo, in provincia di Messina. «Non so nemmeno io come l'ho ammazzata», si sente nell'audio.

Leggi anche > Marco Vannini avrebbe compiuto 25 anni, la mamma a Chi l'ha Visto: «Non possiamo neanche andare al cimitero»

La famiglia di Lorena non ha mai notato nulla di strano nella coppia. Per il legale è impossibile che non si siano verificati episodi di violenza in precedenza e lancia un appello a chiunque sappia qualcosa. Lo zio della giovane ricorda in trasmissione che Antonio era come un figlio per suo fratello e sua cognata. Lorena è stata strangolata e nella sua città il feretro è stato accolto con lenzuola appese al balcone. Qualcuno ha anche trasgredito le regole ed è uscito di casa per porgerle l'estremo saluto.



Antonio De Pace è un infermiere, studente al primo anno di odontoiatria. Si erano conosciuti nei corridoio del Policlinico di Messina dove Lorena stava svolgendo il tirocinio in medicina. Dopo la laurea Lorena si sarebbe dovuta specializzare in pediatria. Antonio viene descritto come un ragazzo tranquillo, equilibrato, in pubblico nessuno dei due aveva mai dato modo di pensare che fosse una relazione malsana. Restano ancora da capire le motivazioni che lo avrebbero spinto a compirere un simile gesto. 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 8 Aprile 2020, 23:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA