Gelosa della moglie dell'amante virtuale, la inonda di messaggi con la scritta «cornuta»

Una donna di 48 anni è stata condannata ad un anno di carcere, dopo aver inviato centinaia di messaggi alla moglie dell'uomo di cui si era invaghita, ma frequentava solo virtualmente

Gelosa della moglie dell'amante virtuale, la inonda di messaggi con la scritta «cornuta»

di Redazione web

Avrebbe portato avanti una relazione sessuale virtuale con un uomo sposato, e per mesi ha ossessionato la moglie, una donna di Maracalagonis, in provincia di Cagliari. La stalker, Patrizia Pascale, di 48 anni e residente a Macomer, è stata condannata ad un anno di reclusione dal tribunale di Cagliari. Nel corso della relazione fedifraga, la stalker ha inviato centinaia di messaggi, lettere e fax, chiamandola «cornuta», scrive in un articolo L'Unione Sarda.

Harry Styles perseguitato da uno stalker: «Vive in un perenne stato di ansia»

Messaggi inviati ovunque

La sua ossessione per quella donna, con l'intento di offenderla e magari spingerla ad interrompere il matrimonio con l'uomo di cui la stalker si era invaghita, veniva ripetuta in messaggi scritti su diversi supporti; a lettere cubitali inviate per via telematica nel luogo di lavoro, cartoline, fotomontaggi con corna su immagini ritoccate. La vittima, esausta di quel comportamento ha sporto denuncia ed in poco tempo gli inquirenti sono risaliti all’autrice delle molestie.

Nuotatrice 15enne accusa l'allenatore: «Portata in camera e violentata in hotel durante la trasferta a Roma»

 

La vittima nascosta

Durante il processo di primo grado, che ha comminato la condanna ad un anno, la vittima è stata sentita coperta da un paravento per ricostruire tutti i passaggi della persecuzione, rifiutando di guardare in faccia la stalker.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Settembre 2022, 14:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA