Peluche dimenticato all'aeroporto, la piccola proprietaria ritrovata dopo l'appello sui social: «L'orsetta Lucilla ti aspetta»
di Silvia Natella

Peluche dimenticato all'aeroporto di Torino, la piccola proprietaria ritrovata dopo l'appello sui social: «L'orsetta Lucilla ti aspetta»

«Messaggio per il piccolo viaggiatore che ha dimenticato questo orsetto», con queste parole, a corredo di uno scatto del giocattolo, il personale dell'aeroporto di Torino ha lanciato un appello via Twitter al proprietario di un peluche abbandonato sulle poltrone dell'area imbarchi nella speranza di ritrovarlo. E così è stato: poco tempo dopo un altro tweet ha informato del lieto fine. La bambina è stata individuata e l'orsetto è tornato a casa.

Leggi anche > Sora Lella, ora la targa è giusta: corretta dal Campidoglio la data sbagliata della morte della sorella di Aldo Fabrizi

«L’orsetta Lucilla (questo il suo nome) ha ritrovato la sua piccola amica! La bimba si è messa in contatto con noi e presto potrà stringere nuovamente la sua compagna di viaggio. L’orsetta rimarrà insieme a noi fino al suo ritorno! Grazie a tutti per averci aiutato!», si legge sulla pagina dell'aeroporto di Torino. 
 

Nel tweet precedente si chiedeva di condividere il più possibile per raggiungere lo scopo: «Questo è un messaggio per il piccolo viaggiatore che ha dimenticato questo orsetto seduto sulle poltrone dell'area imbarchi di #TorinoAirport: il tuo piccolo amico è al sicuro insieme a noi e ti aspetta al tuo ritorno! Condividete e fate girare!»
 

La storia dell'orsetto e della sua padroncina ha appassionato gli utenti di Twitter. In molti hanno condiviso e atteso con tenerezza che il giocattolo fosse restituito al legittimo proprietario. 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Luglio 2020, 21:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA